Territorio & Eventi

S.Stefano Belbo,"Così lontani, così vicini" lo stile 958 Santero ora a portata di click

Scritto da Redazione Giovedì, 28 Mag 2020 - 0 Commenti

958 Santero lancia con successo i suoi “e-box” venduti solo sul web: «Un’occasione in più per brindare con le nostre bollicine».

Attivo da poco più di una settimana il sito di vendite on-line di 958 Santero è già un successo.

Molti i winelover che con un semplice click hanno ordinato gli “e-box”, confezioni studiate appositamente e disponibili solo sul canale web con combinazioni speciali di prodotti pensate per andare incontro alle esigenze e al gusto del consumatore.

Così, ad esempio, c’è l’e-box “aperisocial” che insieme a una bottiglia di Mix 958, l’aperitivo rosso firmato 958 Santero, propone 3 bottiglie di Extra Dry, 2 di “Pop”, il classico in livrea gialla, una con packaging “Love” insieme a 6 scenografici calici gialli marchiati 958 Santero.

Altre combinazioni di prodotti con altri gadget, dalle mascherine griffate 958 Santero, ai bicchieri tumbler da aperitivo, al telo bagno, si possono scoprire all’indirizzo: https://www.958online.it/.
 

Spiega Gianfranco Santero: «Avevamo già un progetto di vendita online. L’emergenza Covid ha accelerato i tempi e ci ha indotto a strutturarci al meglio. Così abbiamo predisposto confezioni e composizioni ad hoc per proporre, oltre a quelle che offrono i canali tradizionali di vendila e consumo, più occasioni di brindare con le nostre bollicine».

 

Santero è: storia / tradizione / innovazione

Nata nel 1958 da un’idea dei fratelli Leopoldo, Renzo, Aldo e Adelio Santero.

Situata nel cuore di una delle zone vitivinicole più vocate del Piemonte e immersa tra le splendide colline delle Langhe a due passi dal Monferrato.

Una storia lunga oltre mezzo secolo, segnata dalla passione per la vigna, dalla sapiente gestione della cantina e dall’amore per il vino in tutte le sue declinazioni.

Oggi l’azienda si è evoluta ed è una delle più all’avanguardia del settore, coniugando tradizione e innovazione, ma mantenendo un sola “stella polare”: l’attenzione e la cura in ogni momento della filiera produttiva: dalla vendemmia, alla vinificazione, alla fase dell’imbottigliamento. Il tutto in una Cantina completamente ristrutturata dove antiche pratiche enologiche e moderne tecnologie si uniscono per dare vita a prodotti dalla veste attuale, ma che mantengono un cuore antico.

Nel 1958 viene acquistata una cantina di vinificazione a Santo Stefano Belbo (Cuneo). Subito è stata attrezzata per la produzione di spumanti e vini classici piemontesi.

Si migliorano le strutture, si amplia la clientela, si aprono nuovi mercati, si varcano i confini nazionali. Sempre con la massima attenzione alle esigenze del mercato e dei consumatori.

Nel 1977 entra in funzione un modernissimo stabilimento, attuale sede della Società. È insediato su un'area di oltre 18 mila metri quadrati, nelle vicinanze della casa natale di Cesare Pavese, famoso scrittore del Novecento nato proprio a Santo Stefano Belbo, su quello “stradone” per Canelli che Pavese cantò spesso nei suoi scritti. In questo stabilimento sono vinificate le uve che provengono dalle cinque aziende agricole di proprietà Santero, ma anche dalle vigne di oltre 300 viticoltori locali che hanno con Santero collaborazioni decennali.

La capacità produttiva della cantina oltrepassa i 20 milioni di bottiglie annue e colloca la Santero tra i leader del mercato vinicolo.

Santero ha traghettato il packaging dal passato alla modernità. In un segmento statico e ancorato alla tradizione stabilizzato su forme e immagini consolidate si è reso necessario irrompere con un’identità innovativa in grado di farsi notare e ammirare senza tradire i codici di accessibilità e quotidianità connotando il prodotto con stile, eleganza e la contemporaneità propria della marca.

Etichette dalle forme e dai colori ricercati curate in ogni minimo dettaglio con particolare attenzione ai particolari, alle sfumature e ai riflessi, conferiscono un tocco di raffinatezza.

Ampie zone coltivate a moscato, storiche cantine scavate nel tufo, antiche cascine dalle eleganti architetture, borghi medievali impreziositi da chiese e castelli a testimonianza di una cultura secolare fondata sulla produzione di vino. Santero svolge la sua attività in un angolo del Piemonte, fra Langhe e Monferrato. Un territorio disegnato dai crinali delle colline ricamate dalle geometrie dei vigneti, rese vivaci e suggestive dai giochi di colore regalati dal succedersi delle stagioni.

Qui la qualità non è un mito a uso e consumo della comunicazione, ma un fatto concreto.

A Santo Stefano Belbo Santero vive a stretto contatto con il mondo dell’agricoltura che caratterizza la sua tradizione di storica azienda spumantiera. Ritmi stagionali e natura, convivenza tra uomo e ambiente: è questa la dimensione antica e immutabile nel cuore della Langa patria di vini e spumanti celebrati e apprezzati in tutto il mondo.