Territorio & Eventi

Prostituzione e droga ad Asti, sequestrato un appartamento

Venerdì, 10 Set 2021 - 0 Commenti

All'interno dell'appartamento di corso Matteotti anche due cittadini clandestini.

Un giro di prostituzione è stato smantellato dalla polizia, che ad Asti ha sequestrato un appartamento di corso Matteotti. All'interno donne e uomini di origini thailandesi offrivano prestazioni sessuali che venivano pubblicizzate su internet.

 

Denunciate due donne di 54 e 55 anni, anche loro di origini thailandesi, che sono accusate di favoreggiamento della prostituzione e dell'immigrazione clandestina.

La 55enne è stata poi arrestata per spaccio di droga: in casa gli agenti hanno trovato un etto di metanfetamina, "una droga cinque volte più potente della cocaina e resa nota dalla serie tv Breaking Bed", spiega il dirigente della Squadra Mobile di Asti, Federico Mastorci.

A far scattare l'operazione è stato un controllo stradale nel quale è stato fermato un uomo, privo di documenti, che ha sostenuto di abitare proprio nell'alloggio di corso Matteotti.

Al momento dell'irruzione della polizia, in casa c'erano tre cittadini thailandesi in abiti succinti; due di loro, irregolari, sono stati espulsi. Trovati anche preservativi e sex toys, monili d'oro e 1.400 euro in contanti.

Dalle indagini è emerso che le due donne, una delle quali sposata con un astigiano, avevano messo a disposizione l'abitazione ad alcuni concittadini che vi si prostituivano, in cambio di una percentuale sui loro guadagni. La donna arrestata si trova nel carcere delle Vallette di Torino. (ANSA).