Territorio & Eventi

Premio "Uomini Illuminati": riconoscimento per il dottore astigiano Maggiorino Barbero

Scritto da La redazione Venerdì, 6 Dic 2019 - 0 Commenti

Il prestigioso riconoscimento sabato scorso presso l’Università degli studi di Pavia dalle donne degli Stati Generali delle Donne. 

La Consigliera di Parità della Provincia di AstiChiara Cerrato, rende noto che la candidatura - promossa dalla stessa Cerrato - del dott. Maggiorino Barbero (Primario del reparto di  ostetricia e ginecologia dell'Ospedale Cardinal  Massaia di Asti) al premio nazionale Uomini Illuminati è stata accolta.

Il prestigioso riconoscimento sabato scorso presso l’Università degli studi di Pavia dalle donne degli Stati Generali delle Donne

Motivazione della candidatura (a cura della professoressa Cerrato)

Primario del reparto di  ostetricia e ginecologia dell'Ospedale Cardinal  Massaia di Asti dal 1998, porta la sua professionalità anche fuori dalle mure ospedaliere per applicare praticamente gli articoli 3  e 32 della nostra Costituzione nel territorio locale, con particolare attenzione alle situazioni di disagio economico e sociale (es. campo nomadi rom, casi di abuso e maltrattamento a danni di minori). Competenze che diventano una Mission nelle sue attività in Zambia, ove presta attività di prevenzione e trattamento del timore del collo dell'utero presso l'ospedale missionario  di Chirundu".

Il commento di Isa Maggi, Presidente degli Stati Generali delle Donne

"Il premio nasce dalla consapevolezza che finché il dibattito di genere rimane solo un problema delle donne, non andrà lontano.

Il “genere” non è solo questione di raggiungere le pari opportunità per le donne e gli uomini. La parità di genere è anche una questione di sviluppo economico.

Il messaggio non è nuovo, ma ancora non è stato sufficientemente portato all'attenzione di tutti i responsabili politici.

Come può un paese privarsi volontariamente del potenziale umano di metà della sua popolazione? Il costo economico è enorme.

Sono ancora troppi gli ostacoli e troppi i decenni che dovremo ancora affrontare prima di raggiungere una reale parità.

Per ridurre la disuguaglianza di genere e garantire uno sviluppo sostenibile abbiamo bisogno di allearci con gli “Uomini illuminati”.

Uomini che si mettono con noi a tavolino, lavorano con noi, condividono passione e prospettive future di cambiamento.

E sottoscrivono con noi un “Patto per le Donne".