Economia & Lavoro

Nocciole: consegnati gli attestati “Premio Qualità Novi” raccolto 2020

Lunedì, 12 Lug 2021 - 1 Commenti

Una pergamena che attesta di aver coltivato e raccolto un prodotto che ha fatto la differenza e che tra i tanti conferiti è stato migliore per resa e qualità.

L’idea di assegnare un “Premio Qualità” è nata in casa dell’industria dolciaria Novi-Elah- Dufour quando, oltre dieci anni fa, è stato siglato il progetto di filiera con Coldiretti Alessandria.

Per il secondo anno, a causa del Coronavirus è “saltato” il tradizionale appuntamento con la Sagra della Nocciola in programma a Lu ogni secondo sabato di maggio, durante il quale venivano consegnati gli attestati legati al Premio Qualità Novi.

I  diplomi però, anche per il raccolto 2020, sono arrivati con grande soddisfazione nelle mani dei vincitori.

“La qualità della Tonda Gentile è assoluta, le sue caratteristiche ne fanno un prodotto di pregio apprezzato e ricercato, il nostro impegno deve essere quello di offrire l’eccellenza assoluta, dobbiamo continuare a lavorare e fare squadra in questa direzione per portare la terra monferrina ad essere conosciuta sempre di più, esattamente ciò che sta accadendo grazie all’accordo che abbiamo con Novi – ha affermato il Presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco –. Sicuramente la provincia di Alessandria non è la prima in fatto di quantità ma in fatto di qualità fa scuola e viene presa come esempio nel mondo quando si parla di settore corilicolo e di esempi di filiera virtuosi.”.

“La pandemia ha reso tutto più complicato, ma sono sicuro che solo continuando a creare una solida alleanza tra agricoltori e aziende che trasformano si potranno affrontare e superare le difficoltà”, ha sottolineato il Cavalier Flavio Repetto, patron dell’industria dolciaria Novi-Elah-Dufour che rappresenta un esempio virtuoso di chi crede nella sostenibilità e nella difesa del prodotto a filiera corta, che non ha avuto dubbi sul voler dare un riconoscimento alla passione nei confronti della Tonda Gentile Trilobata, “eccellenza delle nostre colline, prodotto invidiato al mondo e vanto del Made in Italy”.

L’impegno di Coldiretti nel sostenere la corilicoltura viene evidenziato anche dal Direttore provinciale Roberto Rampazzo, “sulla vitalità imprenditoriale della terra monferrina, ricca di iniziative, che vede premiato questo suo coraggio grazie ad un continuo aumento delle superfici corilicole. Un territorio che manda segnali di estrema vitalità, di voglia di crescere, di saper guardare al futuro con fiducia e determinazione, che non si è mai fermato, nemmeno nella fase più acuta dell’emergenza coronavirus e che punta a fare la differenza grazie proprio a progetti di filiera e accordi con l’agroindustria virtuosa, che sappiano valorizzare la biodiversità e la sostenibilità. Complimenti, dunque, ai vincitori e appuntamento al 2022, con una rinnovata edizione del “Premio Qualità Novi” e questa volta si spera di poter tornare a consegnare gli attestati “in presenza”.
 
“Premio Qualità Novi”:
 
1)   Fulvio MOTTA di Gabiano (partita di 12.470 kg. e resa alla sgusciatura di 49,11)
2)   Fattoria “Il giardino dei ciliegi” di Anna Maria BROVERO di Gabiano (partita di 8.020 kg. e resa alla sgusciatura di 49,06) 


3)   “Nocciola bella” di Marta Giulia VITALI di Frassinello Monferrato (partita di  3.025 kg. e resa alla sgusciatura di 48,88)