Salute & Ambiente

Lettera ad un nipotino lontano...

Scritto da Redazione Martedì, 31 Mar 2020 - 0 Commenti

Nonni e nipoti distanziati già da 525 chilometri ora il Covid-19.

Caro Emy, ogni volta che lasciavi Torino per Roma abituarci alla tua assenza era tosto.

Così i tuoi Nonni per sopravvivere si sono abituati alla mancata presenza.

Può sembrare la stessa, identica cosa ma ti assicuro che non lo è. Non lo è per niente…

Al cuore è inutile tentare di chiudere gli occhi… quello è già cieco, abituato a vedere ciò che nessuno nota e a non scorgere ciò che a tutti appare evidente.

Il tuo nonno Alberto non ha mai letto guide ricche di consigli per essere un nonno davvero, eppure è riuscito ad interessarti e con te ha costruito un rapporto sereno e costruttivo, un rapporto davvero speciale.

Oggi è il tuo compleanno, il settimo e noi già avevamo organizzato tutto, si partiva da Torino per Roma ma a volte succedono cose che mai immaginavamo di dover affrontare…

La tua brava Mamma sicuramente ti ha già parlato di un biricchino che si chiama Covid-19 che tiene lontane le persone, almeno un metro.

E allora niente treno, niente arrivo oggi da Te, niente baci dai Tuoi nonni, niente scherzetti, le confidenze a nonno Alberto, i vostri piccoli grandi segreti… la “benzina emotiva” Tua e di tutti quelli che ti amano.

Le videochiamate non ci bastano più.

Non so se qualcuno Ti leggerà queste righe, non è poi così importante... ma sappi che tutti i Nonni del mondo amano come noi i loro nipoti e che tutti i Nonni del Pianeta si uniscono a noi per augurarTi

Buon compleanno Emy!

Con tanto amore i tuoi nonni

Luciana e Alberto 

Foto di nonna Luciana scattata il 21 maggio 2016