Territorio & Eventi

La testimonianza di Alessandro Marenco alla biblioteca civica Michele Ferrero di Cortemilia

Scritto da La redazione Domenica, 26 Gen 2020 - 0 Commenti

Lunedì 27 gennaio, alle 18. L’incontro con Alessandro Marenco, che con Primo Levi ha in comune il mestiere di chimico e l’amore per la scrittura, apre a considerazioni importanti, universali, oggi fondamentali, quali il dovere della testimonianza, della ricerca storica e della memoria.

Se questo è un uomo, La chiave a stella, La tregua, I sommersi e i salvati, Il sistema periodico, L’altrui mestiere: sono i libri più conosciuti di Primo Levi.

L’odore della torba bruciata, invece, è il libro scritto da Alessandro Marenco: una storia costruita per continuare a pensare alla Shoah e per rendere omaggio a un grande narratore, Primo Levi, un anno dopo il centenario della sua nascita (1919).

La scelta di presentare questa storia, in cui invenzione letteraria ed elementi biografici s'intrecciano, scaturisce dalla volontà di continuare a riflettere sulla necessità, sul dovere e sulla fatica della testimonianza, della ricostruzione e della comprensione.

L’incontro con Alessandro Marenco, che con Primo Levi ha in comune il mestiere di chimico e l’amore per la scrittura, apre a considerazioni importanti, universali, oggi fondamentali, quali il dovere della testimonianza, della ricerca storica e della memoria.

All’incontro sono stati invitati a partecipare i ragazzi delle scuole secondarie di Cortemilia, oltre agli abitanti, per ascoltare e condividere l’importanza del rispetto della dignità umana.

L'incontro si terrà alla biblioteca civica Michele Ferrero di Cortemilia, lunedì 27 gennaio, alle 18.