Politica & Istituzioni

La Provincia di Asti avvia un corso per giovani amministratori

Scritto da Redazione Martedì, 14 Gen 2020 - 0 Commenti

Il progetto dal titolo “Decido io!” prevede la realizzazione di un seminario residenziale di tre giorni presso una struttura della provincia di Asti e di un corso di formazione e workshop della durata di quaranta ore, che si svolgerà in alcuni comuni del territorio astigiano.

Lo scorso anno, la Regione Piemonte ha indetto un bando rivolto alle Province, che aveva come finalità la formazione di giovani amministratori - sotto i 35 anni di età - o quelli di nuova nomina, che partecipano alla vita sociale e politica dei Comuni del territorio astigiano.

La Provincia di Asti è risultata vincitrice con il progetto dal titolo “Decido io!” avendo ricevuto un punteggio di 75/100 e un finanziamento dell’importo di  15.000 €.

Il progetto nello specifico, prevede la realizzazione di un seminario residenziale di tre giorni presso una struttura della provincia di Asti e di un corso di formazione e workshop della durata di quaranta ore, che si svolgerà in alcuni comuni del territorio astigiano.

“Sono molto soddisfatto – dice il Presidente della Provincia di Asti Paolo Lanfranco - del contributo regionale ricevuto per la realizzazione del nostro progetto. La Provincia di Asti continua ad attivarsi ed essere presente sul territorio astigiano. Un esempio è il sostegno da parte di molti Comuni del nostro territorio in particolare: Moncalvo, Coazzolo, Mombercelli, Refrancore, Monastero Bormida, Canelli, Tigliole, Berzano S. Pietro, Cocconato, Montabone, Calamandrana, San Damiano d’Asti, Valfenera, Castagnole delle Lanze, Nizza Monferrato, Villafranca d’Asti, Vinchio, Belveglio, Villanova d’Asti, Portacomaro, Cassinasco ed Asti”.

La formazione verterà sui seguenti temi: riforme istituzionali, legalità, trasparenza, associazionismo, finanza locale federalismo fiscale, patto di stabilità, servizi pubblici locali, ambiente, territorio, sviluppo sostenibile, politiche giovanili, servizio civile, finanziamenti europei, turismo e manifestazioni, sport & cultura e saranno anche interessate le associazioni di settore Anci, Uncem ed Anpci.

Solo attraverso lo studio, l’analisi, il confronto e la condivisione - parole chiave del nostro progetto – si potrà colmare la distanza tra la politica e le istituzioni individuando quei giovani che hanno una passione civile e politica e fornendo loro strumenti utili affinchè possano svolgere al meglio il loro compito istituzionale di amministratori. L’impegno politico-istituzionale non è una professione, ma richiede grande professionalità, come sottolineato dal Consigliere delegato alle Politiche Giovanili Marco Lovisolo.

Per chi volesse avere informazioni e partecipare come uditore, si prega di inviare una mail a: politiche.giovanili@provincia.asti.it