Cultura & Spettacoli

"La notte del Capitano e altre storie di Langa": un viaggio straordinario fra masche, sapori ed eroi

Scritto da Redazione Lunedì, 2 Nov 2020 - 0 Commenti

Esce domani 3 novembre in anteprima nelle edicole dell'Astigiano, Alessandrino e Vercellese e il 12 novembre in tutto il territorio nazionale la novità di casa Buendia Books, Collana Douja, dell'astigiano Mario Zunino.

La giovane titolare della casa editrice Buendia Books, Francesca Mogavero, ci aveva preannunciato una novità anche nel formato, sempre deliziosamente ispirato al mondo enogastronomico.

Arriva DOUJA, un nuovo formato di libro (12x17 ) ad arricchire la "gustosa" collezione Buendia formata da Barrique, Fiaschette e Shottini.

"Un libro ad alette grandi per spiccare il volo" così recita il comunicato stampa, a testimoniare l'impegno della casa editrice indipendente torinese a non arrendersi nei periodi storici come questo, a provare a volare alto, come la farfalla gialla che contraddistingue il logo.

La prima Douja reca il titolo "La notte del Capitano ed altre storie di Langa" di Mario Zunino. Una raccolta di 13 racconti che coprono un vasto arco temporale dai giorni nostri ad un'imprecisata epoca feudale. Storie, folklore, tradizioni del nostro territorio piemontese comprese tra l'Alta Langa, le colline tra il basso corso del Tanaro e la Bormida di Spigno.

Assolutamente da assaporare questa novità che ci porta nel mondo della tradizione più pura che vive tuttora, nelle storie più delicate, negli itinerari da compiere in questo spaccato del Piemonte che offre un paesaggio da sogno.

Il termine Douja, che è sostanzialmente una caraffa, è stato scelto dalla casa editrice Buendia Books per indicare una tipologia di libro da degustare " bicchiere dopo bicchiere" ed è al contempo un Plin ovvero una narrazione dolce e ricca di emozioni e un Novello ovvero un'opera contemporanea .(testo tratto da https://www.facebook.com/LettriceconSentimento).

Tredici racconti nei quali il tempo scorre a ritroso, dai giorni nostri ("Il Professore") a un'imprecisata epoca feudale ("Il gufo delle Fascinete", "Il dono della civetta"). Il fulcro di ogni storia sono le Langhe Alte, le colline fra il basso corso del Tanaro e la Bormida di Spigno, ricche di storia, leggende, profumi e sapori che non svaniscono.

Un linguaggio spesso punteggiato da espressioni dialettali, latinismi, termini francesi, spagnoli e russi dipinge contesti realistici nei quali si intrecciano l'elemento magico, il rispetto per gli elementi naturali e soprattutto le figure della masca e del mascún, non necessariamente malvagi, più spesso benevoli guaritori che conoscono erbe, antichi rituali e rimedi.

Un nuovo libro, un nuovo formato, un nuovo progetto... l'amore di sempre per il folklore, il sapore, la storia delle nostre terre!

Luciana Monticone

"Buendia Books è una casa editrice indipendente non a pagamento. È distribuita in tutta Italia, ma al momento ha scelto di lavorare solo con autori che abitano in Piemonte per seguirli da vicino in tutte le tappe del viaggio. Pubblica romanzi e racconti, e ciascuno riporta in aletta o in quarta tre simboli, tratti dall'enogastronomia locale, che ne tracciano un identikit dal punto di vista del formato (Barrique, Douja, Fiaschetta e Shottino), del genere (Vermouth, Plin e Cri Cri, ovvero gialli-noir, narrativa e letteratura per bambini e ragazzi) e tempo dell'autore (Novelli per i contemporanei e Moscati per i vintage)."

Immagine: https://langhe.net/610/il-racconto-della-masca-scarpa/