Cronaca

Indagato per omicidio, eccesso di legittima difesa per il gioielliere di Grinzane Cavour

Giovedì, 29 Apr 2021 - 0 Commenti

Identificati i due banditi morti. Il terzo rapinatore si è presentato nella notte all'ospedale Santissima Annunziata di Savigliano (Cuneo), dove si trova ora piantonato dai Carabinieri in stato di fermo, a disposizione degli inquirenti.

E' indagato dalla Procura di Asti per omicidio colposo ed eccesso di legittima difesa Mario Roggero, il gioielliere di 66 anni che ha reagito a un tentativo di rapina nel suo negozio di Grinzane Cavour (Cuneo) ieri pomeriggio uccidendo due banditi e ferendone un terzo.

"E' un momento difficile per il mio assistito, straziato da quanto successo e per essersi trovato in una situazione drammatica", spiega l'avvocato Stefano Campanello, che difende l'uomo.

"Non abbiamo ancora ricevuto l'avviso di garanzia - precisa - ma il mio assistito ritiene comunque di aver fatto quanto necessario per salvare la sua vita e quella dei suoi familiari. E' molto scosso".
 

Il gioielliere è stato interrogato a lungo dal pm Davide Greco della procura di Asti, che coordina le indagini, nella caserma dei carabinieri di Alba, città dove vive. Ha dato la sua versione dei fatti, ammettendo di essersi ritrovato in una situazione estrema, con una colluttazione e un faccia a faccia con gli uomini armati.

"Ho dovuto scegliere tra la mia vita e la loro, ora ho fiducia nella magistratura", ha aggiunto. Roggero è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Asti per omicidio colposo ed eccesso di legittima difesa. Si tratta di un atto dovuto per poter consentire alcuni accertamenti irripetibili, come le consulenze autoptica e balistica.

"Non provo niente. Mi spiace sia successo un fatto così, è molto brutto, ma o io o loro". Mario Roggero, sposato e con quattro figlie, ha parlato così della tentata rapina ai danni della sua gioielleria, a seguito della quale ha ucciso due rapinatori a colpi di pistola, ferendone un terzo. Quest'ultimo, inizialmente in fuga nelle campagne intorno al paese e ferito ad una gamba, si è presentato nella notte all'ospedale Santissima Annunziata di Savigliano, dove si trova ora piantonato dai Carabinieri in stato di fermo, a disposizione degli inquirenti.

I due uomini uccisi sono Andrea Spinelli, 45enne di Bra, e Giuseppe Mazzarino, 58enne di Torino. L'arrestato è un 34enne di Alba. Entrambi i malviventi deceduti avevano dei precedenti.

"Con la mano destra ho aperto la cassa, con la sinistra il cassetto in cui sapevo che c'era la mia arma - ha raccontato il gioielliere - e simultaneamente ci siamo trovati uno puntato contro l'altro. Ho dovuto... poi sono scappati". Mario Roggero ha commentato l'accaduto anche su Facebook, con una citazione di Albert Einstein: "Il mondo non è minacciato dalle persone che fanno il male, ma da quelle che lo tollerano".

#iostoconroggero
Scrive su Facebook Marco Marcarino - Assessore sicurezza, ambiente, commercio città di Alba: "Quando ho saputo la notizia sono stato colpito profondamente, vorrei esprimere la mia solidarietà a quest'uomo, Mario Roggero, che ieri ha ucciso due malviventi che stavano rapinando il suo negozio. La morte non è una mai cosa bella, e per quanto mi riguarda non l'auguro mai a nessuno, però occorre analizzare lo stato d'animo di una persona che era già stata traumatizzato da una rapina nel 2015, selvaggiamente picchiato da una banda di rapinatori, legato e chiuso nel bagno del negozio con la figlia, un trauma terribile, dopo il quale ebbe bisogno di parecchi mesi per ristabilirsi. Ora per lui inizia un calvario". 

Vedi anche https://langheroeromonferrato.net/tragedia-gallo-di-grinzane-due-morti-davanti-la-gioielleria-roggero

Una foto tratta da Facebook di Mario Roggero, titolare della gioielleria Mario Roggero a Grinzane Cavour, 28 aprile 2021. I carabinieri sul posto. Foto Ansa/Alessandro Di Marco