Scuola & Formazione

Inaugurato un murales di 90 metri realizzato dagli alunni dell’Istituto Comprensivo Bossolasco-Murazzano

Domenica, 22 Mag 2022 - 0 Commenti

L’inaugurazione è stata accompagnata dai canti e dalle musiche di ben 440 alunni degli istituti comprensivi di Bossolasco-Murazzano, di Cortemilia-Saliceto e di Diano d’Alba.

Giovedì scorso presso il campo sportivo di Bossolasco (Cuneo) c’è stata l’inaugurazione di altalanga wall, l’imponente murales di 90 metri realizzato dagli alunni dell’Istituto Comprensivo Bossolasco-Murazzano sotto la guida dell’insegnante di Arte e Immagine Carlo Massobrio. Sul murales, avviato a luglio dello scorso anno con i fondi del Piano Scuola Estate, sono raffigurate alcune icone del passato e del nostro tempo, partendo da Dante Alighieri fino ad arrivare a Gino Strada, dalla Venere di Botticelli a Falcone e Borsellino.

Ampio spazio è stato dato ai personaggi del territorio, dai campioni di Balon Massimo Berruti (presente all’inaugurazione) e Felice Bertola agli scrittori Cesare Pavese e Beppe Fenoglio per concludere con il cenacolo di pittori che negli anni ’50 e ’60 del secolo scorso elessero il “paese delle rose” a luogo d’ispirazione per il proprio talento: Paolucci, Tabusso, Casorati, Chessa, Francesco Menzio sono stati immortalati dai giovani alunni dell’istituto per conservarne e tramandarne la memoria, come ha ricordato Eva Menzio al pubblico presente.

L’inaugurazione è stata accompagnata dai canti e dalle musiche di ben 440 alunni degli istituti comprensivi di Bossolasco-Murazzano, di Cortemilia-Saliceto e di Diano d’Alba.

Grazie ad un finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, gli alunni dei tre istituti comprensivi hanno lavorato sulle antiche leggende e tradizioni dell’Alta Langa, trasformandole in testi di canzoni, in piemontese o in italiano, su musiche popolari o inedite, come nel caso della scuola primaria di Lequio Berria che ha portato in scena una canzone scritta, musicata e suonata in diretta dal nonno di un’alunna.

Il Dirigente scolastico Bruno Bruna, insieme ai colleghi di Cortemilia Giuseppe Boveri e di Diano d’Alba Dino Zuppardo, nella presentazione dei due progetti, ha voluto ricordare il ruolo determinante delle piccole scuole nei piccoli Comuni, invitando tutti coloro che hanno responsabilità decisionali ad avere un occhio di riguardo per le piccole scuole, ricche di progettualità, e ad investire le risorse del PNRR per contrastare la desertificazione demografica.

Durante l’inaugurazione sono intervenuti il Vice Presidente della Provincia di Cuneo, Massimo Antoniotti, il vice Presidente dell’Unione Montana Alta Langa Franco Grosso (anche a nome degli altri colleghi sindaci presenti), il Sindaco di Diano d’Alba Ezio Cardinale, il Consigliere Generale della Fondazione CRC Domenico Visca, i già ricordati Massimo Berruti ed Eva Menzio.

Il Ministro dell’Istruzione, prof. Patrizio Bianchi, ha voluto far giungere il proprio apprezzamento attraverso una lettera letta dal Dirigente scolastico. Il Ministro si è complimentato “per il bellissimo lavoro che avete realizzato poiché, con impegno e creatività, avete coltivato e valorizzato il vostro talento artistico riproducendo e rendendo omaggio a importanti personaggi e a opere famose”. Il Ministro ha quindi sottolineato come sia “di grande pregio per il nostro Paese e per il sistema scolastico promuovere gli spazi e i momenti della cultura in ogni sua forma”.

È toccato a Marta Braida, un’allieva dell’istituto, e al prof. Massobrio illustrare la genesi di altalanga wall, opera che è arrivata a conclusione di un progetto di decorazione di tutti gli edifici scolastici dell’istituto, in ognuno dei quali è stato dato un tocco di colore e di fantasia per rendere più belli i luoghi dell’apprendimento.