Salute & Ambiente

Il Piemonte sul podio in Italia per uso delle energie rinnovabili

Sabato, 23 Gen 2021 - 0 Commenti

Lo sviluppo delle rinnovabili e l'efficientamento energetico non può e non deve prescindere dalla salvaguardia delle aree verdi di Langhe, Roero e Monferrato, anzi è necessario un impegno concreto per tutelare queste e tutte le altre zone verdi d'Italia, non solo perché importanti per l'ambiente, ma perché incarnano un simbolo dell'eccellenza italiana del mondo.

Le fonti di energia rinnovabile rappresentano l'alternativa vincente ai combustibili fossili, in quanto permettono di azzerare l'emissione di C02.

Ecco una panoramica sull'importanza delle fonti di energia pulita, come fare a scegliere l'offerta green migliore per i tuoi consumi e un'analisi della produzione delle fonti rinnovabili in Piemonte.

H2 Energie rinnovabili e risparmio energetico

Le energie rinnovabili rappresentano un'alternativa sicura, pulita e potenzialmente infinita ai combustibili fossili tradizionali (petrolio, gas e carbone) perché provengono da fonti energetiche non soggette all'esaurimento come il sole, il vento o il calore della terra.

L'aumento dell'inquinamento atmosferico a livello globale è la quarta causa di mortalità, mentre il peggioramento della crisi climatica sta portando alla distruzione di interi habitat ed ecosistemi, costringendo tutti a interrogarsi con urgenza sul futuro del pianeta.

La sostenibilità ambientale non è più una scelta ma sta diventando un dovere morale che deve essere condiviso dalla collettività. Adottare nella propria quotidianità atteggiamenti sostenibili, dall'andare a piedi, a utilizzare meno energia in casa, non solo permettono di risparmiare sulla bolletta, ma rappresentano un modo per diminuire la propria impronta energetica e l'emissione di fonti fossili. Un grande aiuto, in questo senso, proviene proprio dalle fonti rinnovabili, che al momento, rappresentano la seconda fonte energetica al mondo.

Grazie anche agli incentivi statali e a una sempre crescente sensibilità nei confronti delle tematiche ambientali, le fonti rinnovabili stanno crescendo in modo importante, diventando sempre più accessibili a tutti i consumatori che vogliono diminuire il consumo di Co2, preferendo sfruttare energia pulita per i consumi domestici. Molti fornitori del mercato libero mettono infatti a disposizione dei loro clienti convenienti offerte luce e gas provenienti da fonti 100% green.

Attivare un contratto luce richiede dei costi differenti a seconda che il fornitore appartenga al mercato libero o al mercato tutelato (Edison, Sorgenia, Enel, Eni…), ma in generale le tempistiche non superano i 5 giorni lavorativi. Alcuni operatori del mercato, uniscono alla tariffa luce e gas anche la navigazione internet, ovvero offerte internet per rendere più semplice la gestione di utenze e bollette, e ottenere sconti e promozioni esclusive.

A differenza delle fonti non rinnovabili, le energie pulite permettono di azzerare l'emissione di sostanze inquinanti, deleterie per l'ambiente e per la nostra salute. Inoltre, utilizzare le fonti rinnovabili per i consumi domestici, ad esempio tramite l'installazione di un impianto fotovoltaico o un mini impianto eolico domestico, permette di raggiungere l'autosufficienza energetica, in quanto non sarà più necessario acquistare energia dal distributore locale.

H3 Energie rinnovabili, come scegliere la tariffa migliore
Il passaggio obbligatorio al mercato libero previsto per gennaio 2022 rappresenta un'ottima occasione per sottoscrivere un'offerta luce e gas green. É importante ricordare che scegliere l'energia verde per i propri consumi domestici non comporta alcuna modifica agli impianti di casa e il cambio della fornitura avviene generalmente entro 30 giorni.

Ma come scegliere la tariffa green migliore?

Innanzitutto occorre avere la garanzia che il fornitore a cui vogliamo appoggiarci utilizzi solo energie proveniente da fonti rinnovabili.

Ogni fornitore è tenuto per legge, a esibire un'apposita certificazione che attesti l'origine dell'energia da fonti 100% rinnovabili. In base a quanto stabilito da ARERA, ogni gestore deve fornire una Garanzia d'Origine (GO) che viene rilasciata dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE). Tale certificazione permette infatti di tracciare il percorso dell'energia, dal luogo di produzione fino al punto di distribuzione. In questo modo, il consumatore finale avrà la certezza che l'energia utilizzata per i suoi consumi domestici provenga effettivamente da fonti di energia pulita.

Al momento di scegliere l'offerta green migliore, occorrerà prendere in considerazione il costo della materia prima, ovvero il prezzo del kWh per l'elettricità e il costo del Smc per il gas.

Per non lasciarci influenzare dai prezzi sponsorizzati e per avere una panoramica più precisa è bene scorrere una vecchia bolletta e fare un calcolo annuale dei propri consumi domestici: in questo modo sapremo quale offerta green è la più conveniente per le nostre esigenze energetiche.

H2 Le energie rinnovabili in Piemonte

In Italia le energie rinnovabili coprono il 17% dei consumi nazionali, l'obiettivo minimo imposto da Bruxell ai paesi europei. La regione Piemonte ha registrato nel 2020 un incremento del 13,3% rispetto al 2015 arrivando a produrre fino al 26,2% di energia proveniente da fonti rinnovabili. L'obiettivo dichiarato della regione è quello di adottare una serie di politiche eco sostenibili volte a ridurre l'utilizzo di 243 tonnellate di combustibili fossili nel 2020 fino ad arrivare a 484 tonnellate entro il 2030.

Andando a rinnovare e a efficientare gli attuali impianti di illuminazione, trasporti e produzione di calore, si potrà ottenere una riduzione fino a 1.960 tonnellate di combustibili fossili entro il 2030. L'obiettivo, dichiarato anche dall'Assessore all'Ambiente e all'energia della regione Piemonte, Matteo Marnati, è quello di effettuare grandi investimenti infrastrutturali al fine di migliorare l'efficienza energetica puntando parallelamente alle fonti di energia rinnovabile come il solare e l'idroelettrico. Un punto molto importante, che viene parimenti sottolineato, è l'importanza della tutela ambientale.

In Piemonte, come in tutto il mondo, è di fondamentale importanza, la salvaguardia delle aree verdi e delle aree protette. La regione può infatti vantare una zona di grande importanza, ovvero il paesaggio vitivinicolo di Langhe-Roero e Monferrato, un sito diventato nel 2014 Patrimonio dell'Umanità Unesco, non solo per la bellezza del paesaggio ma soprattutto per la storia e le tradizioni legate alla produzione vitivinicola.

Una zona di fondamentale importanza, non solo per i piemontesi, ma per tutti gli italiani, capace di dare lustro alla tradizione centenaria della produzione di vino e cibo locale e legata a doppio filo con la cultura italiana.

Lo sviluppo delle rinnovabili e l'efficientamento energetico non può e non deve prescindere dalla salvaguardia delle aree verdi di Langhe, Roero e Monferrato, ma anzi è necessario un impegno concreto per tutelare queste e tutte le altre zone verdi d'Italia, non solo perché importanti per l'ambiente, ma perché incarnano un simbolo dell'eccellenza italiana del mondo.

 

Foto tratta da https://www.italianaenergia.it