Salute & Ambiente

Giunge alla 3^ edizione Life is Pink, Candiolo "in rosa"

Scritto da Redazione Martedì, 6 Ott 2020 - 0 Commenti

Durante tutto il mese di ottobre numerose le iniziative della campagna contro i tumori femminili volute dalla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro.

La Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro lancia, durante tutto il mese di ottobre, LIFE IS PINK, la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi a favore della lotta contro i tumori femminili.

Giunta alla terza edizione, l'iniziativa ha permesso finora di raccogliere circa 400 mila euro, attraverso una serie di eventi e momenti dedicati.

Anche quest'anno, il progetto "in rosa" vedrà il coinvolgimento di aziende e partner, che scelgono di schierarsi in prima linea al fianco della Fondazione. Prevista anche la partecipazione di personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo, a partire dalla madrina della Fondazione, la showgirl Cristina Chiabotto, che attraverso la campagna social dedicata sostengono la Fondazione con la promozione della speciale maglietta e della shopper con il cuore rosa.   

Il "mese rosa" è iniziato giovedì primo ottobre con l'accensione in rosa della Mole Antonelliana, alla quale ha partecipato il direttore scientifico dell'Istituto di Candiolo, professoressa Anna Sapino, insieme a quattro giovani ricercatrici: Mariangela, Caterina, Sabrina e Valentina  (FOTO).

La Fondazione, per il terzo anno consecutivo durante il mese di ottobre, promuove "Life is Pink", la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi a favore della lotta contro i tumori femminili.

Anche quest'anno il progetto “in rosa” sarà finalizzato a promuovere una campagna di visite gratuite presso il nostro Istituto, per prevenire i principali tumori che colpiscono tante donne.

Tra le iniziative principali dedicate alla campagna 2020, c'è la Pro-Am della Speranza "The Green is Pink".

Il 13 ottobre al Royal Park I Roveri, il 13 ottobre è in programma la 21esima edizione, a cui partecipano 18 squadre, in rappresentanza di altrettante aziende che hanno aderito all'iniziativa benefica.

Durante la gara, tra una buca e l'altra, i giocatori delle squadre in campo possono gustare piatti in abbinamento a vini e cocktail, preparati da alcuni dei più grandi chef della nostra regione, per un break speciale in collaborazione con Città del Gusto Torino - Gambero Rosso.