Politica & Istituzioni

Gian Paolo Coscia eletto presidente delle accorpate camere di commercio Alessandria e Asti

Scritto da Redazione Venerdì, 9 Ott 2020 - 0 Commenti

Inizia una nuova avventura che avrà al centro l’area vasta costituita dall’importante territorio geo-economico del Piemonte sud-orientale. I due enti camerali conserveranno le loro sedi.

Giovedì 1° ottobre 2020 è la data che segna l’atto di nascita della nuova Camera di Commercio che è il frutto dell’accorpamento tra i due enti camerali di Alessandria e di Asti.

Alle 9.30 del mattino, presso la sede dell’Associazione Cultura e Sviluppo in Alessandria, si è svolta la seduta di insediamento del nuovo Consiglio, composto di 33 membri in rappresentanza delle categorie economiche delle due province, e nominato con decreto del presidente della Giunta Regionale del 16 settembre scorso.

Lo storico appuntamento segna, da un lato, la conclusione della vicenda amministrativa della Camera di Commercio di Alessandria (nata nel 1862 e quindi forte di una storia di oltre un secolo e mezzo) e parallelamente della Camera di Commercio di Asti (nata nel 1935, ottantacinque anni fa), ma al contempo si pone come inizio di una nuova avventura che avrà al centro l’area vasta costituita dall’importante territorio geo-economico del Piemonte sud-orientale.

Come ha ricordato il Commissario ad acta, dott. Roberto Livraghi, con la convocazione del Consiglio si chiude una lunga procedura prevista dalla legge di riforma delle Camere del 2016, effettivamente iniziata nel febbraio del 2018, già pronta a concludersi a settembre di due anni fa e poi invece ritardata da ricorsi e sentenze a livello nazionale.

Un decreto legge della vigilia di Ferragosto ha recentemente impresso una forte accelerazione alla conclusione delle procedure di accorpamento ancora aperte nel Paese e ha portato alla situazione attuale.

La seduta, presieduta dal consigliere anziano, dott. Pier Franco Marrandino, si è svolta nella massima regolarità, sotto il controllo del Segretario generale, dottoressa Roberta Panzeri, e in un clima di grande senso di responsabilità non disgiunto da una certa componente di emozione in molti dei partecipanti.

Al termine della fase di presentazione delle candidature, si è passati all’elezione del presidente della nuova Camera, unico punto iscritto all’ordine del giorno della seduta. La norma prevede infatti che, una volta eletto il presidente con una maggioranza qualificata (dei due terzi dei componenti), debbano intercorrere almeno 15 giorni prima di una nuova convocazione del Consiglio, questa volta per procedere all’elezione della Giunta.

L’assemblea, completa di tutti i suoi 33 componenti (FOTO), all’unanimità ha deciso di procedere per acclamazione all’elezione del nuovo Presidente Gian Paolo Coscia, la cui candidatura era stata avanzata dai consiglieri Goria, Pedrazzi e Ferrari.

Il presidente neo-eletto ha dichiarato: “Non posso nascondere l’emozione per l’onore che mi è stato fatto in occasione di questo appuntamento storico per due territori importanti come quelli di Asti e di Alessandria. Ringrazio i colleghi che mi hanno nominato e che hanno ritenuto di riporre la loro fiducia in me. Ci aspetta un compito difficile al quale dobbiamo dedicarci facendo squadra e mettendoci subito in ascolto delle voci che vengono dalle rappresentanze economiche e di categoria. Ringrazio anche il collega Erminio Goria che ha costantemente collaborato con me in questi due anni e mezzo di preparazione all’appuntamento di oggi e che considero un interlocutore privilegiato per andare a progettare un nuovo ente che sia davvero espressione di sintesi delle migliori qualità dei nostri territori, ma che sappia anche sviluppare progettualità specifiche in base alle competenze distintive di ciascun’area”.

Con proprio atto il presidente Coscia procederà oggi a confermare la dottoressa Roberta Panzeri segretario generale e conservatore del registro imprese della nuova Camera. Il 20 ottobre, intanto, il Consiglio si è riconvocato per l’elezione della Giunta.