Territorio & Eventi

Fubine, donati 100 quintali di farina: “La polenta di una volta”

Scritto da Redazione Venerdì, 15 Mag 2020 - 0 Commenti

Sono stati donati dall'Azienda Longo, in questo tempo di emergenza Coronavirus, ben 120 mila porzioni di polenta agli enti di assistenza del territorio.

La famiglia Longo di Fubine (Alessandria), titolare dell'omonima azienda agricola che produce “La polenta di una volta”, ha donato 100 quintali di confezioni, pari a 120 mila porzioni, agli enti di assistenza del territorio in questo tempo di emergenza Coronavirus.

Inizialmente la rete di solidarietà è stata attivata e richiesta dal Comune di Fubine, associazioni del paese e negozianti. Poi sono arrivate le segnalazioni di aiuto dai paesi vicini e poi ancora da Milano, Brescia, Vicenza, Verona, Torino, Bergamo, Padova.

"Ci eravamo prefissi circa 10 quintali di donazione - spiega Mauro Antonio Longo - poi abbiamo velocemente raggiunto i 100. La fortuna, che ritengo di avere avuto nella vita credo vada divisa con gli altri".

Sulle colline del Monferrato Mauro Antonio Longo produce farina da polenta di mais "marano" che coltiva direttamente (seme autoctono selezionato dalla stessa azienda agricola annualmente).

Il processo produttivo interamente eseguito in azienda e la macina a pietra fanno sì che si ottenga un prodotto di "nicchia" d'alta qualità: farina integrale di mais marano originario italiano, macinato a pietra, non ibrido, non transgenico, coltivato e prodotto con tecniche ecocompatibili a basso impatto ambientale.