Sport

Finalmente Toro: battagliero, determinato, vincente!

Scritto da Andrea Di Bella Domenica, 11 Apr 2021 - 0 Commenti

Davide Nicola ha sicuramente cambiato il carattere al Toro che scende in campo consapevole che può far bene e che con impegno, volontà e tattica si possono portare a casa punti importanti.

È stata una serata palpitante fino all’ultimo secondo. La partita è abbastanza combattuta sin dall’inizio, d’altronde il Torino non può permettersi ulteriori passi falsi, la classifica è abbastanza precaria. La squadra, però, scende in campo determinata, con una mentalità decisamente diversa rispetto a quella che aveva evidenziato fino a un mese fa.

Certo Udine non è un campo facile, ma la voglia di far bene, il carattere di tutti i giocatori e le motivazioni della società e dell’allenatore hanno prevalso. Come sempre, ci vuole anche un po’ di fortuna per completare l’opera, e questa c’è stata!

Era il 25° del secondo tempo quando Buongiorno (buona la sua partita) strattona il bianconero Pereyra (dentro o fuori area? C’è stato fallo?). Interviene la VAR che richiama l’arbitro Doveri a rivedere l’azione. Bastano pochi secondi al direttore di gara romano per decidere che non c’è neanche fallo! Qualche dubbio rimane, però. Si era sullo 0 a 1 per il Toro, in virtù del rigore trasformato da capitan Belotti al 16° della ripresa.

L’incontro ha visto la prevalenza territoriale della squadra friulana, che ha giocato prevalentemente nella metà campo torinista. Ma un centrocampo ben architettato da Nicola e una difesa combattiva (Bremer immenso) hanno fatto sì che la porta di Milinkovic-Savic (sostituto di Sirigu, attaccato dal Covid, uno svarione soltanto al 34°) rimanesse imbattuta.

A questo punto, è doveroso sottolineare l’impronta caratteriale che l’allenatore granata sta trasferendo nella mentalità dei singoli giocatori. Sia i titolari che la panchina entrano in campo con convinzione, caparbietà e attaccamento alla maglia. Una ritrovata compattezza che in questo strano campionato non si era quasi mai manifestata.

Nicola ha sicuramente cambiato il carattere a questa squadra che scende in campo consapevole che può far bene e che con impegno, volontà e tattica si possono portare a casa punti importanti.

Ora è giunto il momento della verità. Arrivare fino in fondo con orgoglio per guardare lontano che vuol dire salvarsi onestamente per pensare al prossimo campionato, quando (speriamo) sugli spalti della Maratona torneranno a sventolare le bandiere granata al grido di “Forza Toro!”.
I migliori del Toro? Bemer, Verdi (in posizione di mezzo destro, interessante) e Gallo Belotti.

Alla fine dell’incontro, ecco le dichiarazioni di Davide Nicola (nella foto) ai microfoni di Dazn: "Siamo in una posizione di classifica che non può soddisfarci: ci dà però soddisfazione il percorso che stiamo facendo: abbiamo ottenuto continuità di risultati e di prestazioni, ma non è ancora finita.  Sono soddisfatto per il modo in cui i miei sono stati bravi tatticamente: sempre lucidi.

Questa è la vittoria della compattezza di tutti: sia di chi è entrato a dieci minuti dal termine, sia di chi è sceso in campo dall'inizio".

Udinese-Torino 0-1
Marcatori: 61' Belotti
Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao, Bonifazi, Samir (st. 33′ Ouwejan); Molina, De Paul, Arslan (st. 19′ Forestieri), Walace, Stryger Larsen; Pereyra; Llorente (st. 19′ Okaka).  Allenatore: Gotti.
Torino (3-5-2): Milinkovic-Savic; Izzo, Buongiorno, Bremer; Vojvoda, Rincon (st. 18′ Lukic), Mandragora, Verdi (st. 38′ Linetty), Ansaldi; Sanabria (st. 18′ Zaza), Belotti.  Allenatore: Nicola.
Arbitro: Doveri di Roma

                                                                                         Andrea Di Bella



Scatti di Andrea Di Bella