Cultura & Spettacoli

Debutta il Trio Debussy con musiche di Brahms, Haydn e Piazzolla ad Acqui Terme

Lunedì, 6 Giu 2022 - 2 Commenti

​​​​​​​Sarà Acqui Terme, giovedì 9 giugno alle ore 21, che segue il debutto di ieri tenutosi nella città di Alessandria, ad ospitare, nel complesso ricettivo La Meridiana, il Trio Debussy, che da più di trent’anni si esibisce nel mondo, regalando alchimie.

È l’antico Seminario Vescovile Maggiore ad ospitare la prima data acquese del festival Monferrato Classica, evento diffuso a firma del Maestro Alex Leon e promosso dall’associazione H.E.R. con il patrocinio di Città di Alessandria, Città di Casale Monferrato, Città di Nizza Monferrato, Città di Acqui Terme, che per tutta la stagione estiva farà vibrare le corde delle emozioni, in un viaggio sonoro attraverso il Monferrato.

Sarà Acqui Terme, giovedì 9 giugno alle ore 21, che segue il debutto di ieri tenutosi nella città di Alessandria, ad ospitare, nel complesso ricettivo La Meridiana, il Trio Debussy, che da più di trent’anni si esibisce nel mondo, regalando alchimie.

Il Trio piemontese, dopo Acqui Terme toccherà le città di Nizza e Casale Monferrato, nei giorni successivi.

“Acqui, la mia città di adozione. Questo festival nasce qui, tra le colline di questa terra durante la pandemia. Il senso ultimo di questo progetto è quello di offrire e condividere la bellezza e la ricchezza della musica. Per me, è qualcosa di ancora più intimo, è un sommesso grazie a chi mi ha teso la mano, a chi mi ha accolto, sostenuto e perdonato.” Afferma commosso Leon ” Monferrato Classica è anche un manifesto culturale.  Attraverso la musica vogliamo cominciare a scrivere un nuovo spartito sulla sostenibilità, sul rispetto della terra e la consapevolezza che abbiamo una profonda responsabilità nei confronti delle future generazioni”

A spiegare meglio il progetto di musica sostenibile è Graziella Boi, Project manager della H.E.R: “La H.E.R si è sempre occupata di creare contesti che favoriscano lo sviluppo delle persone. Ci sono grandi aspettative in quest’epoca che si apre, viviamo una pressione esercitata dal mutamento culturale. Eventi come Monferrato Classica vuole superare il concetto di intrattenimento e vuole essere cultura, bellezza, pace, contenuti indispensabili, per uno sviluppo armonico, sia per l’individuo che per la società. La Musica è uno strumento attivo di autosviluppo della personalità individuale e lascia all’individuo uno spazio di autorealizzazione.  Penso che una società che manchi di persone capaci di autosviluppo non può certo pretendere di essere definita umana. È la grandezza dell’arte che ci impedisce di dimenticarlo. Con Monferrato Classica inauguriamo il progetto Revolution Culture finalizzato a promuovere e a realizzare la sostenibilità ambientale ed economica dei territori”

Intenso, coinvolgente e non convenzionale il programma della serata del trio sabaudo ispirato al grande compositore Debussy che da questo partono per arrivare fino a Piazzolla: “Siamo felici di partecipare a questo piccolo tour in Monferrato, terra di paesaggi meravigliosi, che meritano di essere conosciuti e valorizzati. Il fulcro del nostro programma sarà un trio di Johannes Brahms, compositore del tardo romanticismo tedesco opera che aprirà la serata. in seguito faremo ascoltare una scelta di lavori di Astor Piazzolla, autore italo argentino che ha avuto il merito di esportare il Tango dal Sudamerica al mondo intero.”

Il sindaco di Acqui Terme sottolinea quanto l’Amministrazione comunale sia contenta di ospitare in città un momento culturale di alto livello, che saprà rinnovare l’interesse verso l’ascolto e la comprensione della musica classica. Il primo cittadino dichiara che gli appuntamenti saranno l’occasione per apprezzare composizioni splendide ed esecuzioni virtuose, con un bellissimo programma che renderà la musica classica di nuovo protagonista in un connubio magico tra musica e territorio.

Monferrato Classica è un dialogo continuo col territorio, “È per questo motivo che abbiamo pensato,” continua Leon, “di accogliere i nostri ospiti, a partire dalle 19:00, prima dei concerti, con una degustazione di eccellenze enogastronomiche, un'immersione totale nel nostro patrimonio Unesco”.

Johannes Brahms: Trio di Do Maggiore OP.87
Allegro-Andante con moto- Scherzo. Presto – Finale. Allegro giocoso
F.J.Haydn : Trio in sol maggiore op.25
Andante – Poco adagio – Rondò all’ungherese
A. Piazzola: Chau Paris, Primavera portena, Oblivion, Libertango
Ricordiamo che il Trio Debussy si esibirà il 10 giugno a Nizza Monferrato e l’11 giugno a Casale Monferrato
Il costo del biglietto è di euro 20 comprensivo di una degustazione vino e prodotti monferrini.
Per informazioni e biglietti contattare il numero: 339 408 3494 o consultare il sito https://monferratoclassica.it/
  
 
Biografia Trio Debussy
I torinesi Piergiorgio Rosso, Francesca Gosio e Antonio Valentino, dopo gli studi al Conservatorio, si sono formati nel 1989 alla scuola del Trio di Trieste e dell’Altenberg Trio Wien (grazie ad una borsa di studio della De Sono). Nel 1993 hanno debuttato alla Grosser Saal del Musikverein di Vienna; nel 1995 ottengono il secondo premio al Concorso Internazionale “Gui” di Firenze; nel 1997 il primo premio al Concorso Internazionale “Trio di Trieste”; nel 1999 tengono un ciclo di concerti al Teatro Coliseum di Buenos Aires; nel 2002 sono protagonisti all’Accademia di Santa Cecilia di Roma con il Concerto Albatro di Ghedini, diretti da Jeffrey Tate.

Cartellone Monferrato Classica
Stagione 2022
Seconda edizione
Quartetto indaco
30 giugno Casale Monferrato
1° luglio Nizza Monferrato
2 luglio Alessandria
3 luglio Acqui Terme
Quartetto di Cremona
4 agosto Acqui Terme
5 agosto Nizza Monferrato
6 agosto Casale Monferrato
7 agosto Alessandria
Massimo Quarta & MCO
1° settembre Acqui Terme
2 settembre Nizza Monferrato
3 settembre Alessandria
4 settembre Casale Monferrato