Economia & Lavoro

Cirio: "Non lasceremo soli i lavoratori della stamperia Miroglio di Govone"

Scritto da Redazione Mercoledì, 22 Lug 2020 - 1 Commenti

A Torino il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ieri all'incontro con i lavoratori della stamperia Miroglio di Govone. Giovedì 30 luglio alle 17 al Municipio di Alba si terrà un Consiglio comunale dedicato alla chiusura dello stabilimento.

Ieri a Torino negli uffici della Regione Piemonte il governatore Alberto Cirio, al termine dell'incontro sulla chiusura della stamperia Miroglio con sede a Govone  (Cuneo) e sulla conseguente perdita del posto di lavoro per 151 persone, ha dichiarato: "E' certo che non lasceremo solo nessun lavoratore e insieme lavoreremo per garantire a tutti gli ammortizzatori sociali e un posto di lavoro. Nei prossimi giorni contatteremo le banche del territorio affinché la cassa integrazione possa essere anticipata, evitando ai lavoratori di perdere mensilità in un momento economicamente difficile come questo. La rioccupazione sarà l’obbiettivo principale per garantire a tutti un posto di lavoro". 

Al tavolo erano presenti il vice presidente Fabio Carossoi sindaci di Alba e Govone, Confindustria Cuneo e sindacalisti delle tre sigle Cgil, Cisl e Uil, Rsu.

Il sindaco di Alba Carlo Bo, pensando alle ricadute sul territorio dichiara: “Ringrazio il presidente Alberto Cirio e il vice presidente Fabio Carosso per aver organizzato l’incontro. E’ stato molto costruttivo - dichiara -. Ci siamo confrontati sulle possibili soluzioni e sui dati, anche se non sono ancora definitivi. Prepensionamenti e ricollocazioni interne lasceranno comunque un numero importante di persone da riposizionare sul mercato del lavoro. Stiamo vagliando tutte le opzioni su questo fronte, ma prima è fondamentale che venga firmato l’accordo sindacale con la proprietà per poter attivare la cassa integrazione e gli ammortizzatori sociali. Incontrerò nuovamente i sindacati nel tavolo permanente di monitoraggio annunciato dopo la prima riunione con i rappresentanti sindacali. Giovedì 30 luglio alle 17, inoltre, il presidente del Consiglio comunale Domenico Boeri ha convocato un Consiglio dedicato alla Stamperia. Sono sicuro che lavorando insieme in sinergia supereremo anche questa situazione”. 

E proprio ad Alba Apro Formazione è tra le prime realtà che si sono fatte avanti per supportare i 151 dipendenti della Stamperia Miroglio a Govone dopo l’annuncio della chiusura la scorsa settimana.

Il sindaco di Alba Carlo Bo ha incontrato il presidente Apro Gionni Marengo che ha messo a disposizione le competenze di Apro Formazione - SAL Servizi al lavoro, così come già avvenuto in passato per diverse realtà aziendali del territorio per accompagnare le persone nella loro ricollocazione attraverso colloqui mirati e incontri di gruppo di supporto alla situazione di cambiamento e di definizione del proprio bisogno professionale e formativo.

Apro, scuola di formazione rivolta non soltanto ai giovanissimi, attraverso il suo ufficio SAL Servizi al lavoro è infatti accreditata dalla Regione Piemonte e autorizzata dal Ministero del Lavoro per i servizi di orientamento, ricerca, selezione e ricollocazione professionale ed è disponibile a supportare il personale in esubero dello stabilimento Miroglio di Govone.

Il sindaco Carlo Bo: “Come amministrazione stiamo cercando di mettere in campo ogni forza per aiutare i 151 lavoratori che rappresentano altrettanti nuclei famigliari e per cui, con un’età media di cinquant’anni, la ricollocazione non sarà un percorso semplice. Ho in programma incontri con la proprietà, i lavoratori, i sindacati e ho già preso contatti con aziende del territorio e istituti bancari”.

Come già avvenuto in altre occasioni – conferma il presidente Apro Gionni Marengo – ci teniamo a fare la nostra parte per aiutare i lavoratori a riposizionarsi sul mercato attraverso un percorso concreto di ascolto e formazioneLo staff dei Servizi al lavoro costituito da professionisti, psicologi e orientatori, è a disposizione per rispondere a ogni esigenza e per interventi dedicati e finanziati”.

Nella foto che segue il sindaco Carlo Bo al presidio dei lavoratori coinvolti nella chiusura della Stamperia Miroglio di Govone:

Vedi anche: https://langheroeromonferrato.net/stamperia-di-govone-possibile-ricollocare-i-151-lavoratori-miroglio

e

https://langheroeromonferrato.net/cirio-non-lasceremo-soli-i-lavoratori-della-stamperia-miroglio-di-govone