Cronaca

Ciao Lina, buon viaggio!

Scritto da Redazione Mercoledì, 30 Set 2020 - 0 Commenti

In lutto il mondo del giornalismo per la scomparsa di Lina Duretto, moglie del decano della carta stampata astigiana Luigi Garrone.

La signora Duretto, nata 91 anni fa a Canelli, è mancata la notte scorsa all’ospedale Cardinal Massaia di Asti dove era ricoverata.

Io non ho avuto il piacere di conoscerla personalmente ma di Lina mi parlava Luigi quando mi inviava una notizia per il quotidiano che edito. Nelle nostre chiacchiere la preoccupazione costante per la salute della moglie ed era per me un piacere percepire l'affetto che nutriva Luigi per lei, suo punto di riferimento di tutta una vita di lavoro nel giornalismo e non solo. Sempre comprensiva non lo aveva mai ostacolato, anzi... Il mio commento era: "Si dice sempre che dietro ad un grande uomo ci sia una grande donna". E Luigi ne conveniva.

Il legame intenso e profondo che esisteva tra lei e la sua famiglia, ed in particolare con suo marito, nella città di Asti era noto a tutti. E proprio con Luigi Lina era sposata dal 1949, qui ritratta il giorno del loro 70° anno di matrimonio.

Il rosario si terrà questa sera, mercoledì alle 19 nella parrocchia di San Pietro ad Asti; mentre il funerale verrà celebrato domani, giovedì 1° ottobre, alle 15 sempre a San Pietro;  la salma della signora Duretto verrà tumulata nel camposanto di Mongardino d’Asti.

Con Luigi lascia i figli Paolo, Giorgio con la moglie Cristina, le amatissime nipoti Agnese, Alice, Lorenza e Sara (nella foto in occasione del 95° compleanno di Luigi Garrone).

Bon viaggio Lina, coraggio Luigi! unitamente ad Alberto e alla nostra Redazione, le nostre sincere condoglianze a te e Famiglia.

Luciana Monticone