Cronaca

Bagnolo P.te, bufera di vento sopra Montoso a 1500 metri d'altezza: soccorse 40 persone

Scritto da Redazione Domenica, 22 Dic 2019 - 0 Commenti

ULTIMA ORA - Si è conclusa la disavventura dei turisti bloccati dalla bufera di vento e neve nella stazione sciistica Rucas, a Bagnolo (Cuneo). La centrale del 118 ha inviato due mezzi, un'ambulanza di base e un'auto medica: nessuna persona è rimasta ferita

Il forte vento che in queste ore sta soffiando sulla nostra regione,è alla base dei disagi che si registrano nelle vallate alpine cuneesi.

Una bufera di vento ha fatto scattare l'allarme a Bagnolo Piemonte (Cuneo),  fra Montoso e Rucas a 1500 metri di altitudine, dove una quarantina di persone, tra cui alcuni bambini, che volevano tornare a valle sono rimaste bloccate sulle loro auto per le raffiche e la neve accumulata dal vento.

La centrale del 118 ha inviato due mezzi, un'ambulanza di base e un'auto medica: nessuna persona è rimasta ferita ma alcune hanno dovuto essere comunque assistite perché in preda a crisi d'ansia.

Sono all'opera anche Carabinieri, Vigili del fuoco e Soccorso Alpino. Rucas di Bagnolo è una località di vacanze ed escursioni sia d'estate che d'inverno con due impianti di risalita sulle piste da sci, la sciovia Barmassa e il Campo Scuola', capaci di una portata oraria di oltre 2 mila persone.

L'Arpa rileva che il vento è atteso in aumento nel corso del pomeriggio e perdurerà per i prossimi giorni; condizioni di foehn si sono già instaurate nelle vallate alpine occidentali e le raffiche stanno interessando anche le pianure.

ULTIMA ORA - Si è conclusa la disavventura dei turisti bloccati dalla bufera di vento e neve nella stazione sciistica Rucas, a Bagnolo (Cuneo). Lo spalaneve del Soccorso Alpino è riuscito a passare tra le auto bloccate e a pulire la carreggiata dai cumuli di neve trasportati dal vento, consentendo di tornare a valle alle 40 persone rimaste 'intrappolate' nella mattinata lungo la discesa e a un'ottantina fermi nella stazione sciistica.

E' quindi rientrato il piano di emergenza organizzato per ospitare per la notte le 120 persone, tra cui molti bambini, nelle strutture di montagna, con assistenza in loco dei soccorritori.

In un'altra stazione sciistica del Cuneese, a Pian Munè, sopra Paesana, il Soccorso Alpino è intervenuto per riportare a terra due sciatori rimasti bloccati sulla seggiovia scarrucolata dalle raffiche di vento.