Cultura & Spettacoli

Asti, spazio alla lettura di Rosmunda l'affascinante regina che beveva troppo

Scritto da Redazione Domenica, 2 Ago 2020 - 0 Commenti

Per gli amici alfieriani una lettura interpretativa della tragedia “Rosmunda” mercoledì 5 agosto, alle ore 21,30 nel cortile del Palazzo Michelerio di Asti (corso Alfieri 381).

Mercoledì 5 agosto, alle ore 21,30 nel cortile del Palazzo Michelerio di Asti (corso Alfieri 381) spazio alla lettura di Rosmunda, tragedia di Vittorio Alfieri, proposta dall’Associazione Cenacolo Alfieriano in collaborazione con il Teatro del Borbore e accompagnata dalla musica antica de “La Ghironda”.“

"Questa tragedia è la prima di quattro soli personaggi, in cui all'attore sia riuscito di creare quattro attori diversi tutti, tutti egualmente operanti" (Vittorio Alfieri).

La serata costituisce quindi un'occasione rara per scoprire i caratteri, i sentimenti e le vicissitudini dei quattro personaggi della tragedia, dalla viva voce di quattro bravi interpreti lettori:

ROSMUNDA Silvana Bego

ROMILDA Tiziana Miroglio

ALMACHILDE Luca Capello

ILDOVALDO Giorgio Gallo.

Con l’intervento di Carla Forno, Direttore della Fondazione Centro di Studi Alfieriani – Asti.

L’incasso sarà devoluto a favore dell’Associazione Pro Retinopatici ed Ipovedenti – A.P.R.I. ASTI ETS – ODV

"Rosmunda" - Tragedia di Vittorio Alfieri, è per Asti una novità assoluta, non essendovi mai stata rappresentata.

 

Luciana Monticone

Nell'immagine Rosamunda regina dei Longobardi ritratta da Frederick Sandys nell'atto di bere dal cranio del padre