Economia & Lavoro

Asti, sottoscritto in Prefettura l’accordo relativo alla vertenza Util Industries SpA di Villanova

Mercoledì, 6 Ott 2021 - 0 Commenti

Tra un anno, le Parti si incontreranno per verificare l’eventuale permanenza di eccedenze occupazionali e discutere della loro gestione.

Nella giornata odierna, alla presenza del Prefetto Alfonso Terribile, è stato siglato l’accordo volto a risolvere i conflitti insorti in seno alla Util Industries SpA di Villanova d’Asti, interessata da una importante operazione di ridimensionamento dei costi, determinata dalla necessità di affrontare efficacemente la difficile congiuntura di mercato.

All’incontro hanno partecipato i vertici della società, rappresentati da Cinzia Cimiero e Roberto Baccani, accompagnati dal rappresentante dell’Unione Industriale di Asti, nonché le RSU aziendali unitamente ai Segretari generali delle Organizzazioni Sindacali FIOM-CGIL e FIM- CISL.

L’accordo raggiunto, finalizzato a scongiurare il licenziamento collettivo delle eccedenze occupazionali, costituisce l’atto conclusivo di una lunga e delicata vertenza aziendale che la Prefettura di Asti ha seguito con tutti gli attori interessati.

In base agli impegni assunti al Tavolo, dal prossimo 11 ottobre la Util Industries SpA farà ricorso per un periodo di 12 mesi alla CIGS per Contratti di Solidarietà di tipo difensivo. Durante tale periodo, l’azienda offrirà ai lavoratori in esubero strutturale incentivi alla risoluzione del rapporto di lavoro su base volontaria, compatibilmente con le esigenze organizzative e strutturali aziendali.

L’accordo prevede lo svolgimento di incontri mensili tesi a verificare l’andamento del mercato e a definire le modalità applicative del contratto di solidarietà.

Tra un anno, le Parti si incontreranno per verificare l’eventuale permanenza di eccedenze occupazionali e discutere della loro gestione, anche facendo ricorso a nuovi strumenti che potrebbero essere nel frattempo previsti da sopravvenute riforme normative.

Al termine della seduta, il Prefetto ha espresso vivo compiacimento per la positiva definizione della vertenza, ringraziando tutti i soggetti coinvolti nella trattativa, il cui esito ha consentito di tracciare un percorso condiviso in un’ottica orientata alla tutela dei lavoratori e alla garanzia del mantenimento dei livelli occupazionali.