Economia & Lavoro

Asti,  Asso Piemonte Leader e Gal Basso Monferrato Astigiano in convegno

Lunedì, 6 Dic 2021 - 0 Commenti

Successo il 2-3 dicembre per il convegno annuale dei Gal del Piemonte. Impressioni, progettualità e confronto.

Dopo lunghi mesi di videconferenze e di un confronto costretto ad essere più multimediale che “reale”, a causa dell’emergenza covid-19, finalmente il convegno annuale di Asso Piemonte Leader, l’associazione che raduna tutti i Gruppi di Azione Locale (Gal) del Piemonte, si è potuta svolgere nuovamente in presenza.

Il 2 e 3 dicembre, nella splendida cornice di Palazzo Mazzetti, ad Asti, Asso Piemonte Leader in collaborazione con il Gal Basso Monferrato Astigiano hanno dato vita a due giornate di confronto, impressioni e progettualità tra rappresentanti, amministratori di diverse parti del territorio piemontese, e funzionari e dirigenti regionali.

Alla presenza del Presidente della Regione Alberto Cirio e del Vicepresidente Fabio Carosso, dirigenti ed esperti del settore si sono alternati al microfono per fare il punto circa le nuove  opportunità legate alla disponibilità di fondi europei aggiuntivi. Al centro dell’incontro le progettualità legate ad un concreto e proficuo utilizzo dei “Fondi aggiuntivi 2021-2022” che consentiranno ai GAL di prolungare le azioni previste dai propri Piani di Sviluppo Locale 2014-2020. I fondi aggiuntivi assegnati, pari a 31,5 milioni di euro, permetteranno ai Gal di aprire nuovi bandi a favore delle imprese e degli Enti pubblici dei propri territori e di far scorrere le graduatorie di progetti di investimenti già valutati positivamente.

Pianificazione, obiettivi chiari, concretezza, analisi del territorio e delle sue potenzialità sono parole chiave emerse a più riprese dagli interventi dei numerosi relatori.

Quella evidenziata durante il convegno è una volontà di progettualità mirate, basate su conoscenza del territorio, confronto tra le parti, competenze e complementarietà per arrivare a rendere i territori rurali.
In quest’ottica, l’aggregazione diventa l’unica strategia per vincere le sfide.

Il progetto “Leader” (acronimo di Liaison entre Actions de Développement de l’Economie Rurale” – Collegamento tra azioni di sviluppo dell’economia rurale), a cui i Gal aderiscono, compie 30 anni. Esso, oggi più che mai, si dimostra valido e si proietta verso un panorama europeo con radici, in questo caso, saldamente piemontesi.

Gli interventi del Presidente Cirio e del Vicepresidente Carosso hanno messo in evidenza la fiducia riposta dalla Regione Piemonte nell’operato dei 14 Gal. Una fiducia che ora sarà sostenuta concretamente anche dal punto di vista economico per portare avanti una rete di progettualità diversificate che tengano conto delle peculiarità specifiche dei diversi territori. Concretezza, lungimiranza ed equilibrio gli elementi base individuati da Cirio per agire di concerto tra Enti diversi con un unico obiettivo: lavorare sul Piemonte con un occhio sempre fisso all’Europa e alle nuove opportunità di finanziamento che da essa possono arrivare. Pronti a coglierle, agendo in modo tempestivo, corretto, professionale.

La giornata del 2 dicembre si è conclusa con la visita alla splendida mostra “I Macchiaioli”, che resterà a Palazzo Mazzetti fino a maggio.

La mattinata del 3 dicembre è stata l’occasione per i Gal di confrontarsi sui diversi interventi del pomeriggio precedente, discutere di problematiche comuni e gettare le basi dell’operatività futura. Sempre all’insegna della cooperazione e della condivisione delle risorse in modo strategico e mirato.