Cronaca

Alessandria, straniero in manette per furto di un capo d’abbigliamento

Sabato, 12 Dic 2020 - 0 Commenti

Una volta appropriatosi illecitamente dell’indumento, il reo tentò la fuga aggredendo l’addetto al deflusso, che tuttavia riusciva a bloccarlo.

Rapina in un esercizio commerciale:  arrestato dalla Polizia”

Bloccato dalla sicurezza di un esercizio commerciale

Alessandria, straniero in manette per furto di un capo d’abbigliamento in un esercizio commerciale

Nei giorni scorsi, personale della Sezione Volanti della Questura di Alessandria traeva in arresto uno straniero resosi autore del delitto di rapina impropria perpetrato presso un esercizio commerciale ubicato in questa via Alessandro III.

Nello specifico, gli operatori intervenivano a seguito di segnalazione circa un presunto furto avvenuto poco prima all’interno del succitato negozio.

Giunti tempestivamente sul posto, gli Agenti prendevano contatto con l’addetto all’afflusso e deflusso dei clienti, il quale era intento a trattenere un soggetto di etnia nord africana, poiché ritenuto responsabile del furto di un capo d’abbigliamento.

Immediatamente quest’ultimo veniva sottoposto a perquisizione personale, la quale dava esito positivo in quanto veniva rinvenuto sia il capo rubato che un tronchesino utilizzato per aprire le placche anti taccheggio applicate sulla merce in vendita.

Pertanto, il malfattore veniva tradotto presso questi uffici per l’identificazione e gli ulteriori adempimenti.

Da successiva ricostruzione dei fatti emergeva come, una volta appropriatosi illecitamente dell’indumento, il reo avesse tentato la fuga ponendo in essere condotte irruente ed aggressive nei confronti dell’addetto al deflusso, che tuttavia riusciva a bloccarlo.

Per i fatti di cui sopra, B. S., nato in Marocco il 4.2.1989, già noto a questi uffici per precedenti in materia di stupefacenti e contro il patrimonio, veniva tratto in arresto per il  reato di rapina impropria ai sensi dell’art. 628 co. 2 c.p.

Infine, il Signor Questore della Provincia di Alessandria incaricava il Dirigente la Divisione Anticrimine della Questura di valutare l’emissione delle opportune misure di prevenzione.