Territorio & Eventi

Alba, una serata per ricordare Beppe Colla 

Mercoledì, 8 Giu 2022 - 0 Commenti

La serata intitolata “Annata 2030 (50ennale dell'istituzione della DOCG del Barolo) – quali sfide nel futuro del mondo del vino?” di martedì 14 giugno sarà un’occasione per ricordare la figura di un grande innovatore attraverso i ricordi di famigliari e amici e per riflettere sul futuro del settore vitivinicolo,

Martedì 14 giugno alle ore 20.45 la sala storica del Teatro Sociale “G. Busca” di Alba omaggerà Beppe Colla, produttore e grande innovatore vitivinicolo albese scomparso nel 2019.

Dopo le iniziative dedicate a Luciano Degiacomi, a Pio Boffa e a Raoul Molinari continuano quindi gli appuntamenti di “Per Aspera ad Astra”, progetto ideato da Alba Città Creativa UNESCO per la Gastronomia in collaborazione con Fondazione Radici volto a celebrare i patriarchi della creatività gastronomica locale.

Grande appassionato della sua terra, promotore della vinificazione separata e artefice della creazione delle DOC e DOCG, Beppe Colla contribuì alla stesura dei disciplinari di produzione, anticipando nei suoi vini il concetto di cru. Fu tra i fondatori, con l’amico Luciano Degiacomi, dell’Ordine dei Cavalieri del Tartufo e dei Vini di Alba, di cui divenne Gran Maestro alla morte del farmacista-gastronomo e fu anche presidente del Consorzio del Barolo e Barbaresco negli anni difficili dello scandalo del metanolo.

La serata intitolata “Annata 2030 (50ennale dell'istituzione della DOCG del Barolo) – quali sfide nel futuro del mondo del vino?” sarà quindi un’occasione per ricordare la figura di questo grande innovatore attraverso i ricordi di famigliari e amici e per riflettere sul futuro del settore vitivinicolo, sulle sue innovazioni e sul valore del passaggio generazionale all’interno delle aziende agricole.

L’assessore al turismo della Città di Alba sottolinea l’importanza della serata come momento di riflessione sul futuro, anche alla luce della imminente conferenza globale sul turismo del vino che avrà sede ad Alba nel mese di settembre. Grazie alla disponibilità di relatori di altissimo livello, si esploreranno con una visione prospettica le sfide e le opportunità del mondo del vino nei prossimi anni.

Con Marcello Pasquero (direttore di Fondazione Radici) in qualità di moderatore, sul palco si alterneranno gli interventi di Giampiero Cordero, maître del ristorante “Il Centro” di Priocca, dello chef tre stelle Michelin Enrico Crippa, del Presidente del Consorzio di Tutela di Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani Matteo Ascheri, del Presidente di Fondazione CRT Giovanni Quaglia, del Presidente di Banca d’Alba Tino Ernesto Cornaglia e di Piermario Romagnoli, responsabile Area Piemonte Sud e Liguria Direzione Agribusiness Intesa Sanpaolo.

A causa dei posti limitati è obbligatoria la prenotazione al seguente link: https://forms.gle/CpVjtWVzPdHwWsZC7

Ph Murialdo