Cronaca

Alba, il sindaco decide per la chiusura domani di tutte le scuole. La Ferrero ferma la produzione

Scritto da Redazione Domenica, 24 Nov 2019 - 0 Commenti

La Ferrero intanto ha sospeso la produzione nello stabilimento di Alba a causa delle condizioni di maltempo che hanno portato all'innalzamento preoccupante del fiume Tanaro. Il presidente ANCI Piemonte, Andrea Corsaro: "Dai sindaci segnale straordinario, disponibilità per ogni azione a tutela territori".

La Ferrero intanto ha sospeso la produzione nello stabilimento di Alba a causa delle condizioni di maltempo che hanno portato all'innalzamento preoccupante del fiume Tanaro.

In mattinata, una riunione con l'unità di crisi del Comune di Alba deciderà quando si potrà riprendere la produzione.

La decisione, a quanto si apprende, è stata determinata dall'incremento dell'allerta meteo nella zona, emanata dalla Protezione Civile, che è passata da arancione a rossa. Il sindaco di Alba, Carlo Bo, proprio a seguito delle piogge intense che stanno interessando in queste ore tutta la Regione, ha disposto con un'ordinanza il divieto di transito a veicoli e persone sulle strade che accedono agli argini del Tanaro e sospeso tutte le attività comprese tra il fiume e l'argine di protezione.

Inoltre visto il bollettino dell’Arpa Piemonte delle ore 13 odierne, che conferma per il territorio comunale di Alba il codice di allerta Rosso per rischio idrogeologico, il sindaco Carlo Bo ha firmato l’ordinanza di chiusura, domani, lunedì 25 novembre, di tutte le  scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private, compresi l’asilo nido comunale e la facoltà universitaria presente in città.

"Seguiamo con grande attenzione e con una viva preoccupazione ciò che sta accadendo in Piemonte a causa del maltempo. Siamo vicini alle forze di protezione civile, ai volontari e ai tanti cittadini che stanno vivendo ore difficili. Ringraziamo i sindaci impegnati in prima linea sul fronte dell'emergenza e, per quanto di nostra competenza, ci mettiamo fin da subito a loro completa disposizione per ogni azione che riterranno opportuno adottare a tutela dei loro territori e dell'incolumità pubblica". Così, in una nota, il presidente di ANCI Piemonte e sindaco di Vercelli, Andrea Corsaro, che segue in prima persona l'evolversi della situazione.

Questa mattina - prosegue Corsaro - effettuando un sopralluogo nei punti critici di Vercelli assieme alla protezione civile e alla polizia locale, il mio primo pensiero è andato agli sfollati dell'alessandrino, alla donna ancora dispersa a Sezzadio e, ovviamente, a tutti i sindaci dei Comuni colpiti dal maltempo. I territori e le loro aziende stanno vivendo un momento delicato: penso, ad esempio, alla Ferrero che ha sospeso la produzione nello stabilimento di Alba".

"Nessuno di noi - conclude il presidente di ANCI Piemonte - dimentica quanto accaduto nel lontano '94 o, più di recente, nel 2016. In ogni occasione, i sindaci hanno sempre dato un segnale straordinario, restando vicini alla comunità e affrontando le emergenze con estrema responsabilità. Come sempre, ANCI è pronta a fare squadra assieme alle altre istituzioni e ad ogni livello per non lasciare solo nessun Comune".