Politica & Istituzioni

Alba, Emanuele Bolla neo assessore al Turismo

Scritto da La redazione Giovedì, 4 Giu 2020 - 0 Commenti

il sindaco di Alba Carlo Bo ha nominato oggi l’assessore al Turismo, eventi, manifestazioni e città creative Unesco. Le deleghe affidate a Emanuele Bolla, già componente della Giunta comunale.

Giovedì 4 giugno il primo cittadino di Alba, Carlo Bo, ha nominato l’assessore al Turismo, eventi, manifestazioni e città creative Unesco. 

Le deleghe, per il primo anno di mandato gestite direttamente dal sindaco, sono state attribuite a Emanuele Bolla, già assessore della Giunta comunale, che contestualmente ha rimesso le deleghe alle Politiche giovanili, Informagiovani, Quartieri e frazioni, Formazione e lavoro e le funzioni di vicesindaco. 

Il sindaco Carlo Bo commenta: “In questo momento difficile ho ritenuto necessario nominare un assessore ad hoc che possa occuparsi a tempo pieno del settore del turismo. La mia scelta è ricaduta su Emanuele Bolla perché penso che abbia tutte le caratteristiche necessarie per ricoprire bene questo ruolo che sarà centrale per la ripartenza della nostra città e del nostro territorio. Oggi il comparto legato al turismo ha di fronte sfide complesse e la nostra amministrazione è pronta a dare risposte concrete”.

Il neo assessore al Turismo, eventi, manifestazioni e città creative Emanuele Bolla spiega: “In questo primo anno ho lavorato quotidianamente a stretto contatto con il sindaco e gli sono grato per la fiducia che mi ha riconosciuto nell’attribuirmi queste deleghe che certamente saranno impegnative e strategiche per il futuro della nostra città. Nell’accettare questo nuovo mandato ho deciso di rimettere i miei incarichi precedenti, credo non compatibili in questo momento delicato con quello di assessore al Turismo. Ho preso questa decisione nella convinzione che l’interesse della comunità venga prima delle velleità personali. Nei prossimi mesi dovremo lavorare moltissimo e ho già in programma una serie di incontri con l'obiettivo di supportare un settore che dà lavoro a circa dodicimila persone”.