Economia & Lavoro

Alba, accordo fra UniCredit e Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani a sostegno delle aziende associate

Scritto da Redazione Martedì, 8 Set 2020 - 0 Commenti

Le aziende del territorio saranno supportate nella realizzazione degli investimenti e nel loro percorso di crescita, sostenendone la liquidità a seguito dell’emergenza Covid-19.

Grazie a quest’intesa infatti, la Banca concederà alle imprese associate un finanziamento agrario per smaltire gradualmente le scorte di Barolo 2016 e Barbaresco 2017, della durata di 36 mesi a zero commissioni di rimborso anticipato e garanzia Ismea. Inoltre, UniCredit metterà a disposizione delle aziende consorziate il “Prodotto Riserva”, un finanziamento aggiuntivo della durata di 84 mesi, con un importo minimo di 10.000 euro e con le stesse garanzie.

“Siamo convinti che questo finanziamento possa rappresentare un valore aggiunto per le aziende associate che si ritrovano a dover gestire scorte importanti di Barolo e Barbaresco in questo periodo complicato. Anche se le nostre denominazioni sono in buone condizioni è importante mettere a disposizione tutti gli strumenti possibili e l’accordo con UniCredit può fare la differenza soprattutto in termini di liquidità” – ha commentato Matteo Ascheri, Presidente del Consorzio di Tutela e neo eletto a presidente del superconsorzio piemontese Piemonte Land of Perfection (foto che segue).

“Anche quest’accordo – ha commentato Fabrizio Simonini, Regional Manager Nord Ovest UniCredit – che si somma alle numerose iniziative realizzate dall’inizio della pandemia, rientra in un più ampio progetto di sostegno alle aziende del territorio. Abbiamo studiato soluzioni di finanziamento ad-hoc che possano accompagnare passo dopo passo gli imprenditori, rassicurandoli con la nostra presenza e professionalità, per aiutarli a uscire dalla crisi derivante dall’emergenza del coronavirus”.

 

L’accordo andrà a beneficio delle imprese del Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani che, nell’ambito del proprio ruolo istituzionale, sostiene e promuove la crescita e la competitività delle cantine associate, tenendo conto del continuo mutare dello scenario competitivo in un contesto di globalizzazione dei mercati e nell’attuale fase di emergenza legata a Covid-19.