Cultura & Spettacoli

Al via la nuova stagione di residenze artistiche del Museo a Cielo Aperto di Camo

Domenica, 26 Giu 2022 - 1 Commenti

A Camo, Santo Stefano Belbo (Cuneo) – spazi civici - il 2 luglio a cura di: Claudio Lorenzoni - Staff: Proloco di Camo

Per il nono anno consecutivo il Museo a Cielo Aperto di Camo torna a mettere in dialogo ricerca artistica e territorio con il progetto Costruzioni.

A inaugurare la stagione 2022, l’ensemble orchestrale di giovani musiciste Voci d’orchestra – Federica Marocco (violino), Giada Saranga (violino), Neera Singh (violoncello) e Nerea Maeso (maestra, violino e viola) – che da martedì 28 giugno risiederanno nella Casa degli artisti.

A seguire arriveranno a Camo il ferrarese Alberto Gambale, che installerà sulla scalinata del centro storico una scultura dedicata all’infanzia, la torinese Giada Bianchi, che realizzerà un’installazione in ceramica, gli street artist Supe, che lavorerà su una lamiera di grande formato, Tolasi e l’habituè di Camo Luca “PLZ” Pellizzari, che a sorpresa interverrà sui muri della Casa degli artisti.

Il progetto Costruzioni 2022 verrà lanciato sabato 2 luglio quando i cinque artisti inizieranno a lavorare nel centro storico del borgo e verranno presentate le nuove acquisizioni:

  • le fotografie di Marco La Gattuta, Marco D’Aversa e Maria Mesiano;
  • una tela di Giulio Lucente;
  • le sculture di Gian Paolo Giovannetti e Sergio Ricci.

La giornata si aprirà con la passeggiata letteraria di presentazione del libro di Matteo Cerrina Da aerea marginale a terra originale. L’alt(r)a Langa (Meti Edizioni), frutto di una ricerca etnografica sulle stratificazioni culturali legate a quattro macro-temi: la coltivazione della nocciola, la pastorizia, le nuove colture e la lavorazione della pietra. A seguire, dopo una merenda al punto panoramico del Bricco delle Allodole, il Giardino dell’Arte ospiterà una performance dell’arthacktivist torinese Andrea Roccioletti e il concerto sinfonico a cielo aperto delle Voci d’orchestra.

Costruzioni 2022: il programma

  • dalle ore 10.00 | Centro storico: inizio lavori PLZ, Supe, Tolasi, Bianchi, Gambale
  • ore 15.00 | Giardino dell’Arte: partenza della passeggiata letteraria con Matteo Cerrina ed Eliana Littarru
  • ore 16.30 | Bricco delle Allodole: merenda
  • ore 17.45 | Giardino dell’Arte: performance di Andrea Roccioletti
  • ore 18.30 | Giardino dell’Arte: concerto delle Voci d’orchestra
  • apericena

Tutti gli eventi e i ristori sono gratuiti.

Il progetto Costruzioni

In questi nove anni le residenze artistiche del Museo di Camo hanno avuto come base l’idea di sfidare la consueta percezione del fare arte, integrandola nella vita quotidiana attraverso scenari non convenzionali. Quest’idea non solo ha permesso di introdurre nuove idee nella sfera pubblica, ma si è rivelata l’unica via percorribile.

La residenza è stata concepita come un rigenerante luogo d’incontro interculturale, di scambio sociale, d’integrazione territoriale. Ci siamo proposti di incoraggiare gli artisti nel prestare attenzione all’ambiente antropico e naturale, trovando eventualmente nuove forme di interazione tra arte, territorio e società.

Il progetto, battezzato negli anni Costruzioni, è stato così un’opportunità per gli artisti di confrontarsi con nuove idee e di sperimentare il loro lavoro nel particolare territorio di Langa.

Costruzioni è un progetto del Museo a Cielo Aperto di Camo realizzato con il contributo di Cooperativa agricola Cantina Vallebelbo in collaborazione con il Comune di Santo Stefano Belbo, la Fondazione Cesare Pavese e il Pavese Festival.