Territorio & Eventi

Wow, l'Atl Cuneese ospita giornalisti e tour operator europei: una maratona sul territorio

Scritto da Redazione Giovedì, 12 Set 2019 - 0 Commenti

Dal 12 al 15 settembre una delegazione di giornalisti e tour operator da Germania, Svizzera e Austria sarà coinvolta nel progetto WOW - Wonderful Outdoor Week, promosso dall’ATL del Cuneese, dall’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, dalla Camera di Commercio di Cuneo e dalla Fondazione CRC.

Quiz, sfide ai fornelli, prove di abilità in bicicletta e contest fotografici per raccontare il territorio in un nuovo modo inusuale ed emozionante, che dia la possibilità attraverso il gioco di immergersi nella natura, conoscere storia e tradizioni e assaporare il lato più gustoso della provincia di Cuneo. È il progetto WOW, acronimo di Wonderful Outdoor Week, che dal 12 al 15 settembre porta una delegazione di giornalisti e tour operator provenienti da Germania, Svizzera e Austria a scoprire questo angolo di Piemonte incastonato tra le colline di Langhe e Roero e le Alpi che segnano il confine naturale con Liguria e Francia.

Il turismo all’aria aperta è un settore in ampio sviluppo che fino ad ora ha registrato una crescita del 18-20% su base annua e che l’ATL del Cuneese, l’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, la Camera di Commercio di Cuneo e la Fondazione CRC hanno deciso di promuovere con il format innovativo “Piemonte Outdoor Tourism Games. Experience & Taste the Best of Outdoor From Hills to Alps”, che per la prima volta coinvolgerà un gruppo di operatori turistici di lingua tedesca in una competizione a tappe che coniuga attività sportiva, enogastronomia e visite culturali.

Il comitato WOW ha incaricato l'agenzia austriaca mb-tourism consulting int, nella persona di Mario Baier, di selezionare i giornalisti e i tour operator che parteciperanno ai quattro giorni di viaggio.

Il tour è partito da Alba, capitale delle Langhe e Città Creativa Unesco per la Gastronomia, e proseguirà in e-bike verso l’itinerario panoramico dell’Alta Langa o a piedi lungo i sentieri dell’Ecomuseo delle Rocche del Roero alla ricerca del Tartufo, per degustare ricette tradizionali, formaggi, miele e la Nocciola più buona del mondo attraverso un gioco sensoriale.

I filari di vite condurranno i partecipanti fino ai castelli del territorio, affascinanti scrigni di storia, e alle prestigiose cantine di Barolo e Barbaresco, dove saranno accolti da una speciale visita guidata a cura dei Narratori del Vino. Il terzo giorno saranno protagoniste la Valle Grana, con l’antico Filatoio Rosso di Caraglio e il Santuario di Castelmagno, e la Valle Stura, con il "Sentiero dei Castelli" del Bike Park Tajarè e il Forte di Vinadio.

I quattro giorni di permanenza si concluderanno con una prova di orienteering lungo il percorso del Parco Fluviale Gesso e Stura e la premiazione dei partecipanti al Cuneo Alps Outdoor Festival, organizzato da Confcommercio Cuneo in collaborazione con Conitours, dal 13 al 15 settembre in piazza della Costituzione a Cuneo, per promuovere le numerose attività all’aria aperta che possono essere praticate in provincia.

Esperienze che gli enti promotori del progetto WOW, che si propone di far incontrare i viaggiatori del gusto e della cultura con i turisti dello sport e gli amanti della natura, hanno raccolto sul portale www.wowoutdoor.it, che informa su centinaia di sentieri da percorrere a piedi o in bicicletta, sulle modalità di fruizione dei servizi per lo sport, le strutture dove praticarlo o che noleggiano le attrezzature. A questo proposito, nell’ambito del Cuneo Alps Outdoor Festival, venerdì 13 settembre alle 18.30 il comitato WOW presenterà “Va’ Sentiero: la spedizione inclusiva alla scoperta del Sentiero Italia, il trekking più lungo del mondo”, una spedizione collettiva e condivisa in tempo reale da un team di giovani in viaggio per le terre del Cuneese.

Sono oltre 750 mila stranieri che solo nel 2018 sono arrivati in questi territori attirati dai molteplici itinerari enogastronomici e culturali. E se in passato il gap dei flussi turistici nelle Langhe e Roero tra i periodi giugno-agosto e settembre-novembre era del 25%, oggi infatti si è assottigliato a meno del 5%: merito anche di un’offerta turistica diversificata che punta sempre più anche sulle tantissime attività outdoor, dedicate non solo agli sportivi, ma anche a famiglie e semplici appassionati, affascinati dalla possibilità di avere a disposizione una sconfinata palestra naturale in cui praticare sport di ogni tipo, dal trekking all’arrampicata, dal ciclismo al canyoning.