Salute & Ambiente

Vignale (MSN): "Secondo Demoskopica la sanità del Piemonte la peggiore del Nord Italia"

Scritto da La redazione Venerdì, 30 Mar 2018 - 0 Commenti

Il presidente del gruppo regionale del Movimento nazionale per la sovranità, Gian Luca Vignale ha commentato i dati relativi allo studio dell'Istituto Demoskopika sull'IPS, l'Indice di Performance Sanitaria, realizzato per il terzo anno consecutivo.

Le nostre critiche e perplessità sono state purtroppo certificate da un ente indipendente che mette nero su bianco, e con dati oggettivi, il fallimento di Saitta e Chiamparino nella gestione della sanità piemontese” così il presidente  del gruppo regionale del Movimento nazionale per la sovranità, Gian Luca Vignale ha commentato i dati relativi allo studio dell'Istituto Demoskopika sull'IPS (l'Indice di Performance Sanitaria), realizzato per il terzo anno consecutivo. 

“Il Piemonte  - spiega che grazie alla precedente amministrazione era la prima regione in Italia per perfomance dei sistemi sanitari regionale è crollata al decimo posto, diventando l’ultima del Nord Italia. E’ l’ovvio e disastroso risultato di una politica sorda e cieca attuata in questi ultimi anni da chi ha puntato sui numeri senza prevedere un piano di azione o un confronto con il territorio”.

Dallo studio emerge  che solo 4 cittadini su 10 sono soddisfatti del servizio sanitario piemontese e che nel 2017 si sono registrati  39.626 ricoveri di pazienti provenienti da altre regioni, mentre sono stati 48.078 i ricoveri di piemontesi fuori dal Piemonte.

“Questo significa che a conti fatticontinua Vignale la politica dei tagli non è servita neppure a far risparmiare l’ente. L’insoddisfazione dei piemontesi infatti non solo ha generato una spropositata, quanto costosa, mobilità passiva ma ha anche generato un ricorso spropositato ai tribunali che è costato alla Regione, solo per le sentenze sfavorevoli, di oltre 2 milioni di euro”.

“A tutto questo si aggiunge dice il presidente del gruppo regionale del MNSche oltre 160 milia famiglie piemontesi non si curano perché i servizi sono troppo cari. Il più grande taglio alle politiche sociali di Chiamparino è impedire a centinaia di migliaia di famiglie il diritto alla cura”.

“È arrivato il momento conclude Vignale-  di dare una svolta al Piemonte e di garantire ai piemontesi una sanità efficiente, ben organizzata e in grado di rispondere alle esigenze dei cittadini”. 

 


  • Adsense slot ID 9166920842">