Economia & Lavoro

Utile e coefficienti prudenziali in crescita per la Bcc di Pianfei e Rocca de’ Baldi

Scritto da La redazione Domenica, 19 Mag 2019 - 0 Commenti

L’istituto di credito monregalese, prossimo ai 6mila soci, ha presentato al Castello di Rocca de’ Baldi i positivi dati economici del bilancio 2018

Il miglior bilancio degli ultimi quattro anni e la conferma che l’istituto di credito è solido e competitivo. Prosegue il percorso di crescita costante della Bcc di Pianfei e Rocca de’ Baldi che sabato 18 maggio presso il tradizionale scenario del Castello di Rocca de’ Baldi ha presentato e approvato il rendiconto dell’anno 2018 nel corso della tradizionale assemblea ordinaria. La compagine sociale nel corso del 2018 ha raggiunto la quota di 5.928 unità, segnando un nuovo record storico per la Banca, a conferma di come l’istituto sia sempre più un punto di riferimento per le famiglie, ma anche per le imprese. Un bilancio più che positivo in particolare per il risultato economico, con un utile di 1 milione e 589mila euro (+58mila euro rispetto a fine 2017), ma anche per le rassicuranti e in crescita percentuali relative ai coefficienti prudenziali: il coefficiente di capitale primario di classe 1 (CET 1 ratio), il coefficiente di capitale di classe 1 (Tier 1 Capital Ratio) e il coefficiente di capitale totale (Total Capital Ratio) si attestano tutti al 14,28% (contro il 14,03% del 2017), percentuale che conferma il miglioramento della disponibilità patrimoniale della banca nel far fronte alla copertura di tutti i rischi assunti.

“I risultati del 2018 – afferma il presidente Paolo Blangetti, – confermano il lavoro e l’impegno profuso dall’intera struttura della Banca. La fiducia che i soci e i clienti dimostrano quotidianamente di avere nei confronti del nostro istituto è motivo di orgoglio per tutti noi. Il percorso intrapreso di adesione al Gruppo Cassa Centrale Banca si è concluso a gennaio 2019 con l’avvio della sua operatività. Un Gruppo costituito da 84 Bcc in Italia che pone lo stesso tra i primi 10 gruppi bancari nazionali e vede primeggiare Cassa Centrale Banca per solidità patrimoniale. Siamo sicuri che la Capo Gruppo manterrà e tutelerà l’autonomia delle Bcc meritevoli, permettendo di continuare a sviluppare quel legame al proprio territorio che ci contraddistingue da sempre nel mondo bancario e di fornire alla clientela servizi efficienti e prodotti adeguati al moderno mercato finanziario sempre in evoluzione. Le sinergie di gruppo e l’unione delle forze e potenzialità di ciascuna Bcc permetteranno di affrontare il futuro con maggiore serenità e competitività, affrontando anche le sfide tecnologiche a cui il mercato ci sottoporrà”.

“Sono risultati che rappresentano una soddisfazione per i soci e per l’organico – commenta il direttore generale Sergio Bongioanni -: bene l’utile, meglio i coefficienti inerenti la solidità della nostra banca; ma il dato che ci rende più orgogliosi, per un’azienda che non scorda come lo sviluppo e la promozione locale sono fra i suoi valori primari, è di aver erogato nell’anno oltre 58 milioni di nuovi impieghi, averne confermati quasi 70 e, destinando 21 milioni, l’aver permesso a 249 famiglie di realizzare l’acquisto della prima casa”.

Analizzando nel dettaglio il bilancio 2018, al 31 dicembre 2018 la raccolta totale della Banca si attesta a 622 milioni di euro, con un incremento di circa 14 milioni di euro. La raccolta diretta registra, a valori di bilancio, un andamento stabile, attestandosi a 395 milioni di euro. La raccolta indiretta, sempre a valori di bilancio, ammonta a 227 milioni di euro. La scomposizione della raccolta indiretta conferma il particolare interesse dimostrato dalla clientela nei confronti dei prodotti del Risparmio Gestito (e Assicurativo), con una crescita dell’8,2%. Gli impieghi verso la clientela si sono attestati a quota 341 milioni di euro, in linea rispetto al 2017. In merito alla qualità del creditol’incidenza dei crediti deteriorati lordi sul totale dei crediti si è attestata al 10,6%, contro l’11,6% del 2017. Significativo l’aumento del grado di copertura del complesso dei crediti deteriorati di oltre 3,5 punti percentuali, passando dal 52,5% del 2017 al 56,2% del 2018. Il patrimonio netto della banca si attesta a 39,4 milioni di euro, il margine d’interesse a 10,5 milioni di euro, quello di intermediazione raggiunge i 14,9 milioni di euro.

La Bcc di Pianfei e Rocca de’ Baldi conta su una rete di vendita di 13 filiali dislocate nelle province di Cuneo e Savona, e un organico di 79 dipendenti. Nel 2018, anche attraverso l’attività della propria Fondazione, ha contribuito a elargire al territorio, in beneficenza e sponsorizzazioni, oltre 150 mila euro.