Cronaca

Ultime notizie dai Carabinieri Compagnia di Alba

Scritto da Redazione Venerdì, 17 Mag 2019 - 1 Commenti

Deferito per spaccio di sostanze stupefacenti un cittadino gambiano di 23 anni ed un ragazzo residente a Vesime (AT). Inoltre deferita anche una donna di etnia rom per furto aggravato all’interno del supermercato Conad in corso Asti.

Un deferimento per spaccio di sostanze stupefacenti in Alba:

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Alba hanno deferito per spaccio di sostanze stupefacenti un cittadino gambiano di 23 anni, senza fissa dimora e domiciliato presso il centro di accoglienza della Caritas in via Pola.

Il pusher, individuato nei pressi del parco del H Zone di Alba, è stato perquisito dai militari che lo hanno sorpreso con circa 30 grammi di marjuana suddivise in dosi pronte per essere spacciate. Per lui è scattata la denuncia per spaccio di sostanze stupefacenti e tutta la droga è stata sequestrata per la successiva analisi.

Esito controlli:

I Carabinieri della Stazione di Cortemilia hanno deferito per spaccio di sostanze stupefacenti un ragazzo nato a Cantù residente a Vesime (AT) per spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane è stato sottoposto ad una perquisizione d’iniziativa da parte della pattuglia di militari durante un servizio perlustrativo in Cortemilia ed è stato trovato in possesso di una dose di marjuana. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito rinvenire e sequestrare ulteriori 15 gr di stupefacente e due piante di cannabis indica. Il tutto è stato sequestrato e depositato presso l’ufficio corpi di reato del Tribunale di Asti, luogo dove il giovane dovrà difendersi dall’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri della Stazione di Alba hanno deferito una donna di etnia rom per furto aggravato all’interno del supermercato Conad in corso Asti.

La donna è stata sorpresa mentre rubava cosmetici e alcool per un valore totale di oltre 400 euro. Alla vista dei militari la donna ha cercato di giustificarsi proponendo la restituzione della refurtiva all’esercizio commerciale. Durante la perquisizione personale è stata rinvenuta ulteriore merce nascosta all’interno di tasche cucite nel reggiseno. La donna è stata quindi deferita per furto e tutta la merce riconsegnata ai legittimi proprietari.