Territorio & Eventi

Tornano a Serralunga d'Alba le "Passeggiate Letterarie nel Bosco dei Pensieri"

Scritto da La redazione Domenica, 14 Apr 2019 - 0 Commenti

Dalla scorsa stagione 2018, la Fondazione Mirafiore ha deciso di dare ulteriore impulso al Format delle passeggiate, rinnovandole e potenziandole, pur partendo sempre dagli stessi assunti ideali di base.  

Da otto anni la Fondazione Emanuele di Mirafiore organizza, per tutto il corso della primavera e dell’estate, le Passeggiate Letterarie nel Bosco dei Pensieri, l’ultimo bosco sopravvissuto della bassa Langa, memoria di un paesaggio che non c’è più e situato nella meravigliosa enclave della Riserva Bionaturale di Fontanafredda.

Il fitto calendario di appuntamenti è sempre stato incentrato sulla lettura ad alta voce e collettiva dei grandi romanzi che hanno segnato la storia del costume e della letteratura mondiale. Filo conduttore: uno scrittore contemporaneo a guidare il percorso nella lettura e a far incontrare i classici con la modernità della vita.

Le Passeggiate Letterarie sono occasione per riscoprire i grandi classici, condividendo l’emozione dell’ascolto con altri cultori del genere: un fare comunità che unisce la passeggiata in senso fisico alla passeggiata attraverso le parole e i pensieri. L’obiettivo infatti è quello di avvicinare alla lettura anche i non lettori, attraverso incontri dinamici e non accademici nei quali è possibile, per il pubblico, dialogare e confrontarsi in modo diretto e informale con l’autore ospite.

Dalla scorsa stagione 2018, la Fondazione Mirafiore ha deciso di dare ulteriore impulso al Format delle passeggiate, rinnovandole e potenziandole, pur partendo sempre dagli stessi assunti ideali di base.  

Ad esempio, si è deciso di “esportare” il format delle passeggiate al di fuori della loro sede abituale, collaborando con altre realtà culturali del nostro territorio. Inoltre si sono coinvolti nella lettura grandi personaggi (da Enrico Mentana a Nada, da Alessandro Haber a Paolo Giordano) e si è dato un tema unico che facesse da fil rouge a tutto il progetto: la grande letteratura italiana del ‘900.

Il successo di pubblico di questa rinnovata versione delle Passeggiate Letterarie, per la prima volta sostenuta dalla Fondazione CRC, ha dimostrato che la direzione era giusta. Per la primavera-estate 2019, dunque, verranno riproposte le collaborazioni con la Scuola di Cinema “L’Aura” di Ostana, con il comune di Bosia, in Alta Langa e con l’Associazione Andè; e di nuovo tutti gli appuntamenti saranno collegati da un filo conduttore.

Il tema scelto quest’anno è I LIBRI DELLE NOSTRE VITE: ai lettori ospiti è stato chiesto di scegliere di leggere ad alta voce il libro che è stato più importante nella loro storia personale e artistica. L’obiettivo è costruire, alla fine di questo percorso, una sorta di ideale biblioteca del cuore, una geografia della letteratura di formazione, nella convinzione che un libro e una lettura possono davvero contribuire a cambiarci la vita.

Ecco quindi il calendario completo delle Passeggiate Letterarie dell’edizione 2019:
 

Venerdì 10 maggio, ore 18 - Gianrico Carofiglio

Ex magistrato, scrittore tra i più importanti italiani, inventore del personaggio dell’avvocato Guerrieri. Da poco in libreria, sempre per Einaudi con “La versione di Fenoglio”.

Leggerà “Marcia su Roma e dintorni” di Emilio Lussu

Sabato 18 maggio, ore 18 - Lella Costa

Una straordinaria attrice, scrittrice, donna intelligente e ironica, in palcoscenico in questa stagione teatrale appena conclusa con “Traviata”.

Leggerà “Femminile singolare”, letture di poesie al femminile

Sabato 25 maggio, ore 18 - Teresa Ciabatti

Scrittrice raffinata, ma ruvida, a tratti scomoda. Ha fatto scalpore il suo “La più amata”, arrivato secondo allo Strega 2017, che racconta la storia della sua famiglia e della sua caduta. Ha da poco pubblicato “Matrigna”.

Leggerà “Grandi speranze” di Charles Dickens

 

Domenica 9 giugno, ore 11, a Frassino, Val Varaita - Fredo Valla con Barbara Martino

Valle e Martino, architetto paesaggista, leggeranno le poesie del poeta occitano Antonio Bodrero (tradotta nella collana Bompiani “Il pensiero occidentale”).

Per chi lo desidera sarà possibile mangiare presso ristorante REIS - cibo libero di montagna di Juri Chiotti e, nel pomeriggio, visitare la mostra sull’architettura montana allestita nel municipio di Frassino. In collaborazione con Scuola di Cinema “L’Aura” di Ostana.

 

Venerdì 21 giugno, ore 18 - Omar Pedrini

Il rockettaro che ama la letteratura, la natura e il buon vino, fondatore dei Timoria e da molti anni ormai, avviato a una carriera solista. Ha da poco pubblicato un libro che racconta la sua vita e il suo cuore instabile (“Cane sciolto”, Chinaski edizioni) e un album, nel 2017 (“Come se non ci fosse un domani”). Leggerà “Siddharta” di Herman Hesse.

 

Sabato 29 giugno, ore 18 - Oscar Farinetti

Come ogni anno una delle passeggiate della Fondazione sarà condotta e guidata dal padrone di casa. Leggerà i poeti Mistral, Neruda, Montale, Szymborska e Guerra.

Domenica 7 luglio, ore 16 a Bosia - Gipo di Napoli con Bandakadabra

Bandakadabra è una delle street band più interessanti del panorama musicale, la guida il mitico Gipo Di Napoli, un passato da ricercatore universitario in Filosofia del diritto, un presente da show man trascinante con una comicità graffiante alla Paolo Rossi.

Gipo di Napoli leggerà “Lettere a un giovane poeta” di Rainer Maria Rilke

In collaborazione con Comune di Bosia e l’associazione Andè (costo per il trekking 7 euro).

Sabato 13 luglio, ore 18 - Piergiorgio Odifreddi

Matematico, logico e accademico, esperto di comunicazione scientifica e disvelatore di fake news. Leggerà il “De rerum natura” di Lucrezio tradotto da lui stesso.

 

Sabato 20 luglio, ore 18 - Giuseppe Cederna

Attore di teatro e di cinema (è stato anche premio Oscar con “Mediterraneo”), è un viaggiatore instancabile e un grande amante della letteratura e dell’umanità.

Leggerà “Le voci del torrente” di Sherwood Anderson
 

La partecipazione alle passeggiate è gratuita, ad eccezione di quella che si svolgerà a Bosia per la quale è richiesto un contributo di 7 euro a persona per l’Associazione Andè che organizza il trekking (ma aperitivo finale offerto).

Per chi lo desidera, dopo le passeggiate previste a Fontanafredda sarà possibile fermarsi per l’aperitivo presso l’Osteria DisGuido.

Ricordiamo che è obbligatoria la prenotazione tramite il sito della fondazione: www.fondazionemirafiore.it
 

Per info: tel. 0173 626424 - info@fondazionemirafiore.it