Territorio & Eventi

Torino, dominio scandinavo al Bocuse d'Or Europe

Scritto da La redazione Mercoledì, 13 Giu 2018 - 0 Commenti

Selezione per la finale mondiale che si terrà a Lione all'inizio del 2019.

Dopo due giorni di competizione all'Oval di Torino, la Norvegia ha vinto il titolo continentale del più prestigioso concorso di cucina al mondo con il team dello chef Christian Andrè Pettersen con 1831 punti; al secondo posto la Svezia dello chef Sebastian Gibrand con 1723; al terzo la Danimarca di Kenneth Tof-Hansen con 1718.

I punteggi venivano attribuiti secondo una serie di parametri che vanno dal gusto alla presentazione fino alla originalità delle creazioni.

A Lione andranno anche altre 7 squadre, classificate tra il quarto e il decimo posto, e l'Italia: pur classificandosi al 12° posto, il team composto dallo chef Martino Ruggieri, dal commis Curtis Mulpas e dal coach Francois Poulain ha ottenuto dagli organizzatori una wild card.

I premi sono stati attribuiti nel tardo pomeriggio del 12 giugno, dopo un tributo a Paul Bocuse, inventore del premio e celeberrimo cuoco morto nel gennaio scorso a quasi 92 anni, dal una giuria, composta da 20 grandi chef e presieduta dal cuoco ungherese Tamás Széll, vincitore della selezione europea di Budapest nel 2016 e quarto all’ultima finale mondiale del Bocuse d’Or a Lione nel 2017, dall'italiano Carlo Cracco, presidente d’onore, insieme a Jérôme Bocuse, presidente del Bocuse d’Or e figlio del fondatore, ed Enrico Crippa, presidente del Bocuse d’Or Europe 2018.

L'evento è stato realizzato per la prima volta in Italia grazie alla collaborazione con la Regione Piemonte.

"Siamo soddisfatti della risposta positiva a queste selezioni europee del Bocuse d'Or, tanto a livello locale quanto per le numerose delegazioni straniere che sono state a Torino e in Piemonte in questi giorni - hanno commentato Antonella Parigi, assessore regionale alla Cultura e al Turismo, e Giorgio Ferrero, assessore regionale all'Agricoltura - Una forte partecipazione resa possibile anche dai numerosi eventi del programma culturale del Bocuse d'Or OFF. Torino è diventata la capitale europea del gusto e il Piemonte ha visto le sue eccellenze enogastronomiche protagoniste della competizione: il riso di Baraggia, il formaggio Castelmagno, il filetto di vitellone piemontese e i vini. Un modo per aumentare la consapevolezza sul ruolo dell'Italia nel campo dell'alta cucina, ma soprattutto per posizionare il Piemonte quale territorio di riferimento a livello nazionale e internazionale: per questo continueremo a lavorare per radicare qui l'Accademia Bocuse d'Or Italia, nonchè al fianco di Martino Ruggieri per la finale mondiale di Lione".


  • Adsense slot ID 9166920842">