Tu sei qui

A Wlodek Goldkorn il Premio Asti d'Appello 2017

-

Il Premio Asti d'Appello 2017 è andato a “Il bambino nella neve” di Wlodek Goldkorn, edito da Feltrinelli e proveniente dal Premio Bagutta.

Questa la motivazione della giuria: "Per aver proiettato con rara e preziosa efficacia il ricordo infantile del dramma familiare, nella continuità delle tragedie di esclusione, persecuzione e morte che dal ventesimo secolo ancora si perpetuano". All'autore è andato un assegno da 10 mila euro.

Il premio speciale della giuria popolare, novità di questa edizione, è andato a “Lo spregio” di Alessandro Zaccuri (Marsilio), dal Premio Bergamo, che ha ricevuto da Cesare Verona, presidente e amministratore delegato di Aurora, un’esclusiva penna stilografica Hastil. Una penna Aurora è andata anche a tutti gli altri scrittori in gara.

La cerimonia, tenutasi al Teatro Alfieri di Asti e condotta da Chiara Buratti, si è chiusa con il concerto “Fra due pianoforti: rimbalzi fra classica e improvvisazione” con i pianisti Ramberto Ciammarughi e Marco Scolastra, accolto da lunghi applausi del numeroso pubblico che ha richiamato sul palco i musicisti per un bis.

L’immagine del Premio Asti d’Appello 2017, utilizzata anche per il programma di sala, è opera di Antonio Guarene.

 

 

Foto di Franco Rabino

Commenta con il tuo account Facebook!