Tu sei qui

Perchè un Festival della Virtù Civica e perchè proprio a Casale Monferrato??

-

Il Festival della Virtù Civica, nato da un'idea del Comitato organizzatore del Premio “Luisa Minazzi - Ambientalista dell’anno” composto da Max Biglia, Gabriella Bionda, Francesco Bove, Claudio Ferrando, Marco Fratoddi, Vittorio Giordano, Marina Maffei, Federica Mazzei, Gian Paolo Minazzi, Davide Musso, Assunta Prato e Elena Sassone, rientra tra le iniziative volte a ricordare la direttrice didattica, ambientalista ed amministratrice comunale a Casale Monferrato (AL), morta nel 2010, a 58 anni, di mesotelioma, ultima beffa per chi, come lei, aveva fatto della lotta contro la fibra killer una ragione di vita.

Il Comitato organizzatore del Premio ha voluto iniziare una ricerca proprio intorno all’Italia che sceglie di donare alla collettività una parte, spesso nemmeno troppo piccola, del proprio tempo e delle proprie competenze per accorciare la filiera del cambiamento e incidere, tramite l’azione diretta, nella realtà.

Dichiarano i componenti del Comitato: "Partiamo da un’esperienza importante, quella del Premio “Luisa Minazzi – Ambientalista dell’anno” promosso da Legambiente e La Nuova Ecologia che porta da sei anni a Casale Monferrato (Al) con noi i protagonisti di un’Italia coraggiosa, generosa e lungimirante che s’impegna nei territori, all’interno delle imprese e delle istituzioni il più delle volte lontano dai riflettori".

Il nome di questo festival si potrebbe efficacemente declinare al plurale. Perché la virtù civica si manifesta in molte forme: nel volontariato che punta a riqualificare lo spazio pubblico, tra le famiglie che praticano con attenzione e costanza la raccolta differenziata, quando si risponde all’emergenza sociale tramite le pratiche solidali del recupero di oggetti, cibo, materia.

Sono diverse le forme ma una è la passione che le sostiene: quella verso i legami di comunità che rappresentano, insieme ad un ambiente sano, il bene comune più importante a nostra disposizione.

Il Festival (iniziato il 23 novembre si conclude il 5 dicembre) vuole ampliarne il messaggio e rappresentare un punto d’incontro, confronto ed elaborazione sulle diverse opportunità di partecipazione, sulle politiche per la sussidiarietà, sulla formazione necessaria in questo campo

.

In semplici parole il perchè ce lo spiega il Comitato organizzatore: "La nostra città è un esempio di virtù civica, vorremmo che diventi un presidio di rigenerazione e uno spazio d’incontro fra quanti coltivano una visione solidale ma allo stesso tempo creativa e dinamica dell’Italia. V’invitiamo a continuare al nostro fianco questo viaggio sapendo che si sale a bordo per scoprire nuovi orizzonti ma anche, se occorre e vorrete dare una mano, per remare insieme".

Il Premio Luisa Minazzi è a carattere nazionale, ma dal 2012 ha trovato casa a Casale Monferrato, a dimostrare una volta di più che le grandi battaglie non sono vane se c'è qualcuno disposto a raccoglierne il testimone.

I candidati all'edizione 2017 del Premio, le cui votazioni si sono concluse nella giornata del 19 novembre, sono Antonello Brunetti di Castelnuovo Scrivia, il cui impegno è rivolto alla mobilitazione contro il Terzo Valico; Isabella Conti il sindaco anticemento di San Lazzaro di Savena in provincia di Bologna; Cristina Gerardis impegnata come avvocato dello Stato contro lo smaltimento illecito di rifiuti nella discarica di Bussi (Pe); il GOEL gruppo di imprese etiche operanti in Calabria; il giornalista del programma di RaiTre “I dieci comandamenti” Domenico Iannacone; la mamma green blogger Linda Maggiori; il Manzella Quartet, un gruppo di musicisti che utilizza materiali di riciclo; Don Marco Ricci, in prima linea nella Terra dei Fuochi.

Il Festival della Virtù Civica si propone di valorizzare la presenza a Casale Monferrato degli otto candidati al Premio, chiamandoli a condividere le loro storie ed esperienze unitamente a quelle di altri significativi esempi di impegno civile: gli ospiti complessivi del Festival saranno più di trenta, tra docenti universitari, rappresentanti di enti locali e associazioni, imprenditori, professionisti, giornalisti, artisti e comuni cittadini, che si distinguono per la loro attenzione all'ambiente e al prossimo.

Il sito del Festival

Commenta con il tuo account Facebook!