Tu sei qui

Asti, vince Scintille 2017 Veronique Ensemble con lo spettacolo “Tre Quarti”

-

Scintille si conferma uno degli appuntamenti più amati dagli astigiani: venerdì e sabato centinaia di spettatori hanno affollato i cortili del centro storico per assistere alle performance di otto compagnie provenienti da tutta Italia.

L’iniziativa, arrivata all’ottava edizione e promossa dalla Città di Asti, dal Teatro Menotti di Milano e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, è un’anteprima di Asti Teatro 39, che si terrà dal 23 giugno al 2 luglio.

A vincere Scintille 2017 Veronique Ensemble di Trento, con lo spettacolo “Tre Quarti”.

In scena Luca Salata, Tommaso Brunelli e Davide Salata, diretti da Giacomo Costantini, con luci di Matteo Rubagotti e Costumi di A Dismisura. La performance, prodotta da SamovarTeatro e la Scuola di Circo Bolla di Sapone, è un divertente mix di clownerie, equilibrismo, giocoleria, musica e teatro d’oggetti.

La storia è ambientata nel 1950: tre ex-militari, per cercare di sopravvivere al dopoguerra, spendono le loro abilità di musicisti, acrobati e attori sulle assi scricchiolanti di un vecchio palcoscenico viaggiante, accompagnando l'affascinante vedette Veronique. In un rocambolesco rincorrersi di gerarchie e colpi di scena l'Ensemble tenterà di mettere in scena, ancora una volta, il proprio spettacolo.

Il collettivo Veronique Ensemble nasce dall’incontro tra tre giovani artistiche lavorano per costruire una comune esperienza di creazione attraverso i loro diversi linguaggi. Davide Salata, musicista, Tommaso Brunelli, giocoliere ed equilibristi, e Luca Salata, clown e scenografo, negli ultimi tre anni hanno partecipato a numerose rassegne nazionali.

Il progetto vincitore, scelto dal pubblico e da una giuria di operatori teatrali, riceverà un contributo economico di 8 mila euro e la possibilità di rappresentare lo spettacolo finito nelle stagioni teatrali 2017/2018 di Asti e del Teatro Menotti di Milano. Inoltre la Fondazione Piemonte dal Vivo programmerà una replica sul territorio piemontese.

La giuria del Premio Scintille presieduta da Emilio Russo e formata da Raimondo Arcolai (Amat Marche), Ruggero Sintoni (Accademia Perduta/Romagna Teatro), Marina Petrillo (Teatro della Tosse), Alessandro Longobardi (Teatro Brancaccio), Emiliano Bronzino (Asti Teatro), Arturo Cirillo (regista/attore), Francesca Garolla (drammaturga), Romina Mondello (attrice) Enza Pineda (TieffeTeatro), Luca Radaelli (Teatro Invito) e Gipo Guardo (musicista) ha deciso all’unanimità di assegnare il premio alla compagnia con la seguente motivazione:

“Il progetto presentato miscela diversi linguaggi teatrali, musicali e circensi a servizio di una narrazione convincente ed emozionante. I giovani interpreti hanno dimostrato una rara capacità di coesione in grado di costruire i personaggi attraverso le particolarità delle singole attitudini performative (musicali, recitative, circensi), che a volte riescono a trovare un linguaggio comune di indubbia suggestione. I momenti dello spettacolo visti al Teatro Menotti di Milano e nel cortile Cotti Ceres di Palazzo Gazelli ad Asti hanno suscitato nel pubblico e nella giuria, oltre l’applauso convinto per l’interpretazione, anche la curiosità e la fiducia per il prosieguo del progetto, in linea ottimale con il più profondo significato del Premio Scintille”.

 

Foto di Franco Rabino

 

 

Commenta con il tuo account Facebook!