Tu sei qui

Agliano, merluzzo e barbera d'asti: Monferrato e Norvegia insieme

-

Si rafforza il legame tra la Norvegia e Agliano Terme, il piccolo borgo del Monferrato astigiano dove sabato e domenica scorsi si è svolta la terza edizione del Barbera Fish Festival (nella foto). L'atteso appuntamento dedicato all'incontro fra il merluzzo norvegese e la  Barbera d'Asti ha visto la partecipazione di molti stranieri provenienti dal Nord Europa, soprattutto dalla Norvegia. Sessantasei le barbere dei produttori aglianesi in degustazione nella chiesa sconsacrata di San Michele, abbinate a piatti a base di stoccafisso e baccalà di Norvegia serviti in piazza San Giacomo sabato sera e domenica a pranzo.

La manifestazione è stata organizzata da Barbera Agliano, associazione che riunisce i produttori e le attività del paese, in collaborazione con il Norwegian Seafood Council, con il patrocinio di Regione Piemonte e Comune di Agliano Terme, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e con la partecipazione della Scuola Alberghiera (Agenzia di Formazione Professionale Colline Astigiane) di Agliano Terme. 

“Il respiro internazionale della manifestazione ci fa capire che il Barbera Fish Festival sta diventando un grande evento dell'ottobre astigiano. Le barbere di Agliano Terme in degustazione sono state un'ottima vetrina del nostro territorio per i numerosi turisti che hanno partecipato alla manifestazione, i quali hanno potuto apprezzare la splendida atmosfera e l'elevata qualità della proposta gastronomica, grazie al fondamentale contributo della Scuola Alberghiera e alla preziosa e sempre più stretta collaborazione con il Norwegian Seafood Council. Inoltre, i sommelier di alcuni tra i migliori ristoranti di Norvegia hanno hanno potuto scoprire la qualità della nostra Barbera durante la masterclass con Liora Levi, segno della grande crescita del progetto di Barbera Agliano'' ha dichiarato il presidente di Barbera Agliano, Fabrizio Genta.

Questa terza edizione del Barbera Fish Festival, tanto attesa, è stata davvero sorprendente: un grande successo al quale abbiamo lavorato tutti con grande entusiasmo. Grazie alla maestria dei due grandi chef della cucina internazionale: Paolo Barrale del ristorante Marennà a Sorbo Serpico, in Campania che è anche uno degli Ambasciatori dello Stoccafisso di Norvegia in Italia e Sven Erik Renaa, del ristorante Re-naa a Stavanger, è stato un vero e proprio trionfo di sapori. Come Direttore Italia del Norwegian Seafood Council posso dirmi orgoglioso delle solide e importanti relazioni che la Norvegia ha instaurato con l’Italia. Una relazione che va avanti da secoli, sempre più forte e costruttiva per entrambi” ha commentato Trym Eidem Gundersen, Direttore Italia del Norwegian Seafood Council.

A suggellare il gemellaggio fra l'Italia e la Norvegia e a certificare l'abbinamento tra la Barbera d'Asti e il merluzzo, gli chef stellati Paolo Barrale del ristorante Marennà a Sorbo Serpico, in Campania, eSven Erik Renaa, del ristorante Re-naa a Stavanger, in Norvegia, protagonisti di un'anteprima del festival, venerdì 13 ottobre a Villa Susti, riservata alla stampa di settore. Ognuno di loro ha ideato due piatti con lo stoccafisso e il baccalà di Norvegia abbinati a quattro Barbere d'Asti dei produttori aglianesi. 

L'anteprima di venerdì è stata preceduta da un brindisi simbolico attorno a una tavolata allestita al confine fra i Comuni di Rocchetta Tanaro e Masio, fra Asti e Alessandria, due territori dove si consuma da una parte lo stoccafisso e dall'altra il baccalà, ed è stata approfondita la storia che ha dato origine alle due diverse tradizioni. Gli chef di due ristoranti (Campanarò di Asti e Trattoria Losanna di Masio) hanno proposto assaggi di ricette a base di entrambi.

Il bilancio della manifestazione: oltre 4mila i piatti serviti sabato sera a cena e domenica a pranzo in piazza San Giacomo, un migliaio le tasche vendute. 66 le barbere dei produttori aglianesi in degustazione nella chiesa sconsacrata di San Michele.

Nel menù piatti a base di stoccafisso e baccalà di Norvegia, preparati dai laboratori gastronomici aglianesi. Molto apprezzato il piatto ideato da Sven Erik Renaa e preparato dalla Scuola Alberghiera: Baccalà Norvegese “confit” con funghi e crema di topinanbur. Questi gli altri piatti: Assaggi di pesce affumicato, Tortino di baccalà con guazzetto ai capperi (Preparati dalla Scuola Alberghiera), Agnolotti di stoccafisso e patate (preparati da Macelleria Salumeria Ponzo). Inoltre nella Locanda San Giacomo: Assaggio di bagna cauda con verdure, Uovo con tartufo e fonduta. Infine, piatto tipico della tradizione norvegese, il  Rakfisk, trota salata e fermentata, a cura di Kongsberg Seafood.

Tutto esaurito per la masterclass dedicata alla Barbera d'Asti e al Nizza DOCG e tenutasi domenica mattina nella suggestiva cornice di Villa Fontana dalla sommelier norvegese Liora Levi, volto noto dell'emittente TV2. Con Liora Levi anche una delegazione di giornalisti e sommelier provenienti dai più prestigiosi ristoranti norvegesi, i quali, durante una seconda masterclass a loro riservata, hanno conosciuto e apprezzato le peculiarità delle barbere dei produttori aglianesi, restandone positivamente colpiti.



Il gemellaggio fra i vigneti Unesco e il Mare del Nord ha visto anche la partecipazione di una delegazione da Bergen: i “Friends of  Tørrfisk” (la “Compagnia dello Stoccafisso”) che ha preso parte all'inaugurazione di sabato pomeriggio insieme a Sven Erik Renaa. Presente anche la "Vulnerabile Confraternita dello Stofiss dei Frati" (stoccafisso dei Frati) in arrivo da Rovereto (Trento), protagonista dello spettacolo "Stofiss l'è mort'".

Il Barbera Fish Festival prosegue fino a fine ottobre in 13 ristoranti della zona, dove, novità di questa terza edizione, dall'inizio del mese è possibile degustare un piatto a base di stoccafisso e baccalà di Norvegia inserito nel menù.

L'elenco dei ristoranti

Il Cascinale Nuovo (Isola d'Asti): Cilindro croccante di baccalà mantecato patate - porcini - olio al prezzemolo - La Braja (Montemagno): Timballo di merluzzo con funghi porcini trifolati - Ristorante San Marco (Canelli): Crema di topinambour, baccalà fondente, pane speziato - Terzo Tempo Osteria Moderna (Nizza Monferrato): Baccalà e speck su vellutata di patate e funghi porcini - Pizzeria Ristorante La Terrazza del Grillo (Castelnuovo Calcea) Scaloppa di baccalà con funghi porcini e veli di panissa croccante - Il Boschetto di Vignole (Castelnuovo Calcea): Gnocchetti con merluzzo, olive e porcini - Campanarò (Asti): Lasagne di merluzzo - Osteria La Milonga (Agliano Terme): Merluzzo ai sapori mediterranei - Ristorante Fons Salutis (Agliano Terme): Delicati friciulin di filetto di baccalà con patatine novelle, olive taggiasche e pomodorini pachino al profumo di timo - Agriturismo Cascina Dani (Agliano Terme):Tajarin alla barbera con baccalà e peperone croccante - Ristorante Cortiletto d’Alba (Alba): Cupole di baccalà mantecato “Norwegian” su Sfoglia Croccante e marmellata di cipolle caramellate al Barbera d’Asti - Locanda del Bosco Grande (Montegrosso d'Asti): Polenta e (con) baccalà - Ristorante del Casot (Castell'Alfero): Tortino di patate e merluzzo su vellutata di zucca gialla, olio evo al cappero e germogli di porri croccanti.

Commenta con il tuo account Facebook!