Territorio & Eventi

Terme di Lurisia, un'estate che non ti aspetti e conti che raddoppieranno nei prossimi anni

Scritto da La redazione Lunedì, 19 Ago 2019 - 0 Commenti

Prosegue dal 19 al 31 agosto il ricco calendario di eventi estivi delle Terme di Lurisia con appuntamenti per tutte le età e per tutti i gusti. La società punta ai 45 milioni di fatturato entro il 2022 ed al raddoppio delle Terme che passeranno da uno a due milioni di euro nel 2022.

Anche nella seconda metà di agosto è ricco il calendario dell’“Estate che non ti aspetti”, la rassegna organizzata dalle Terme di Lurisia. Inizia, oggi, lunedì 19 agosto (ore 16) con un argomento di particolare suggestione: l’amministratore delegato delle Terme, Alessandro Invernizzi condurrà il pubblico “Alla scoperta della felicità”, in un percorso che coinvolgerà vista, udito, tatto, olfatto e gusto.

Proseguiranno poi le “Mattinate ballerine” del maestro Tony Rocca (il 20, 22 e 23 agosto) e quelle di “Mani in pasta”, dedicate ai bambini che impareranno a cucinare tiramisù (20 agosto), lasagne (24 agosto), dolci al cucchiaio (27 agosto) e gnocchi (31 agosto).

La mattina di mercoledì 21 agosto, per gli “Incontri Culturali”, Luigi Colli presenterà “Liguri e Cartaginesi, l’alleanza che fece tremare Roma”, mentre nel pomeriggio, per gli “Incontri musicali”, il pianista Antonio Ferrara terrà la sua “esplorazione sonora” parlando dell’“Alfabeto della musica”, e la sera ci sarà “Aperiterme”, apericena con benessere.

Altro appuntamento musicale il 23 agosto: il “Tè alle Terme” offrirà un concerto di canto lirico degli allievi della Belcanto Master Class, diretti dalla professoressa Paola Roggero.

Ultima “Merenda sinoira estiva” il 25 agosto alle ore 18 e “Aperiterme” mercoledì 28 agosto.

L’ultimo appuntamento con i Tornei di Burraco è previsto per sabato 24 alle ore 15; è richiesta la prenotazione.

A riempire le giornate agostane delle Terme di Lurisia, mercatini, tombolate per grandi e piccini, e visite alla Galleria “Marie Curie”, intitolata alla scienziata due volte Premio Nobel che di Lurisia fece un quartier generale per importanti studi.

Passando al bilancio ed ai programmi della società piemontese, la Lurisia Acque Minerali che supera già il fatturato dei 20 milioni di euro, controllata  pariteticamente dalla famiglia Invernizzi, Eataly (nel cda è presente Andrea Guerra) e dal Fondo Idea Taste of Italy (DeA Capital) punta a raggiungere i 45 milioni nel 2022.

L'azienda che ha sede a Roccaforte di Mondovì (Cuneo), imbottiglia 60 milioni di litri d'acqua e bibite "total bio" (Chinotto della Liguria e Gazzosa), conta 50 dipendenti.

Legate anche le Terme (azienda il cui capitale è suddiviso al 50% fra la famiglia Invernizzi e Eataly) punta a raddoppiare il fatturato a 2 milioni di euro nel 2022.

Alle Terme arrivano ogni anno 6 mila persone dalla Liguria, Lombardia e Francia e vengono effettuale oltre 100 mila prestazioni mediche. Alessandro Invernizzi che è anche presidente onorario e direttore esecutivo della Lurisia Acque Minerali punta tutto sul posizionamento "premium".

Lurisia è presente negli Stati Uniti dal 1992 ed esporta in tutto il mondo.