Cronaca

Tenacia, dedizione, senso del dovere ed estrema professionalità nell'"Operazione Barbarossa” di Asti

Scritto da La redazione Giovedì, 3 Mag 2018 - 0 Commenti

Riceviamo dalla Prefettura di Asti - Ufficio territoriale del Governo e volentieri pubblichiamo

Riceviamo dalla Prefettura di Asti - Ufficio territoriale del Governo e volentieri pubblichiamo:

L’esecuzione, nelle prime ore della giornata, di un’ordinanza di misure cautelari a carico di 26 persone ritenute responsabili di vari reati, fra i quali associazione a delinquere di stampo mafioso, e di 49 decreti di perquisizione domiciliare, dai quali è scaturito altresì il sequestro di armi e stupefacenti, rappresenta il risultato di un’articolata e prolungata attività condotta con estrema professionalità e acume investigativo dai militari del Comando Provinciale Carabinieri di Asti, unitamente ad altri reparti territoriali dell’Arma, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Torino.

Un sincero e partecipe apprezzamento va ai Magistrati responsabili dell’inchiesta, al Comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Asti, Ten. Col. Bernardino Vagnoni, al Maggiore Lorenzo Repetto, Comandante del Nucleo Investigativo, a tutti gli Ufficiali e militari dell’Arma che, con tenacia,  dedizione e senso del dovere, hanno lavorato all’ “Operazione Barbarossa”.

L’indagine, che ha avuto inizio nel maggio del 2015 e ha interessato le province di Asti, Cuneo, Alessandria, Torino, Milano e Savona, ha consentito di delineare la struttura organizzativa di una “locale” ‘ndranghetistica operante in questa provincia, con pericolose infiltrazioni nel tessuto economico territoriale e collegamenti anche a Catanzaro e Vibo Valentia.

L’emersione, anche in questo territorio, di un sodalizio mafioso di stampo ‘ndranghetistico, oltre a costituire ulteriore prova del poliformismo e della capacità di mimetizzazione di tale forma di criminalità organizzata, non può che costituire un severo monito affinché Istituzioni e cittadinanza tutta pongano sempre massima attenzione a qualsiasi segnale di penetrazione criminale in danno dell’economia legale.

Asti,  3 maggio 2018

                                                                                                          IL CAPO DI GABINETTO

                                                                                                                      (Dalla Verde)


  • Adsense slot ID 9166920842">