Politica & Istituzioni

Stanziati 2,7 milioni di euro per le aziende agricole del Piemonte danneggiate dalle calamità naturali nel 2014 e nel 1° trimestre 2015

Scritto da La redazione Domenica, 29 Apr 2018 - 0 Commenti

Dei fondi disponibili, 266 mila euro andranno al cuneese, 34 mila euro alla provincia di Biella, 98 mila al vercellese, 2,22 milioni all’alessandrino, 80 mila all’astigiano.

Stanziati 2,7 milioni di euro per le aziende agricole del Piemonte danneggiate dalle calamità naturali nel 2014 e nel primo trimestre 2015.

Su proposta dell’assessore all’agricoltura Giorgio Ferrero, la Giunta regionale ha stanziato 2,7 milioni di euro a favore delle aziende agricole le cui strutture sono state danneggiate dalle calamità naturali nel 2014 e nel primo trimestre 2015.

Le risorse provengono dal Fondo nazionale di solidarietà in agricoltura, e vengono assegnate sulla base delle domande di risarcimento presentate dalle aziende e controllate dai funzionari provinciali, e dei costi effettivamente sostenuti dalle aziende. 

Dei fondi disponibili, 266 mila euro andranno al cuneese, 34 mila euro alla provincia di Biella, 98 mila al vercellese, 2,22 milioni all’alessandrino, 80 mila all’astigiano.

“Sono risorse importanti per le aziende che sono state colpite nelle loro infrastrutture dal maltempo in quel periodo”, commenta l’assessore Ferrero, “Non sono sufficienti a coprire tutti i danni, ma daranno una grande mano a chi ha fatto il possibile per riprendere la propria attività danneggiata da eccezionali eventi meteorologici”.

Proprio perché le risorse non coprono tutte le richieste di risarcimento, il contributo sarà pari al 70% (80% nelle zone svantaggiate) dei costi effettivamente sostenuti dalle aziende agricole. Viene poi ridotto di un ulteriore 50%, come prevede la legge nazionale, per le aziende che non avevano assicurato le colture.


  • Adsense slot ID 9166920842">