Cronaca

Spacciatore macedone rifugiato in Italia identificato tra le colline canellesi ed arrestato

Scritto da La redazione Mercoledì, 26 Giu 2019 - 0 Commenti

I fatti contestati risalgono al mese di maggio 2017, quando A.A.. 27enne macedone, dalle indagini della Polizia della Macedonia è risultato essere responsabile dei reati di traffico di sostanze stupefacenti e furto. 

I fatti contestati risalgono al mese di maggio 2017, quando A.A.. 27enne macedone, dalle indagini della Polizia della Macedonia è risultato essere responsabile dei reati di traffico di sostanze stupefacenti e furto. 

Le attività di indagine di quella Polizia si erano concluse nel dicembre 2018 con l’emissione di un provvedimento cautelare in carcere ma del giovane macedone, oramai, non vi era più traccia poiché lo stesso, al fine di sottrarsi al provvedimento restrittivo, si era rifugiato in Italia, tra le colline canellesi.

L’uomo, nei giorni scorsi, è stato individiuato ed arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Canelli in esecuzione del mandato internazionale di arresto emesso dal Tribunale di Sveiti Nikole (MACEDONIA), dovendo scontare la pena di anni 1 e mesi 6 di reclusione. 

L’arrestato espletate le formalità di rito è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Alessandria a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.