Salute & Ambiente

Sanità, Bono (M5S): "Manager in fuga da Asti, Biella e rifiuto di incarico, Regione inerme e i cittadini?"

Scritto da La redazione Giovedì, 10 Gen 2019 - 0 Commenti

E' senza dubbio un segnale negativo. Ad ogni cambio di direzione, infatti, si determinano non poche difficoltà nell'organizzazione delle Aziende Sanitarie con inevitabili ripercussioni negative sul personale e sui servizi erogati ai cittadini.

Riceviamo e integralmente pubblichiamo

Manager della sanità in fuga dal Piemonte. Da mesi assistiamo ad un preoccupante esodo: prima è toccato al direttore dell'ASL di Asti, poi al direttore di Biella ed in precedenza si è registrata la rinuncia a ricoprire l'incarico di direttore dell'ASO San Luigi di Orbassano da parte del professionista nominato dalla Regione. Questi solo i casi più recenti, molti altri hanno segnato l'intera legislatura di Chiamparino.

E' senza dubbio un segnale negativo. Ad ogni cambio di direzione, infatti, si determinano non poche difficoltà nell'organizzazione delle Aziende Sanitarie con inevitabili ripercussioni negative sul personale e sui servizi erogati ai cittadini. E' evidente quindi la necessità di dare piena continuità amministrativa a tutte le Aziende sanitarie della Regione.

E la Giunta Chiamparino cosa intende fare per arginare questo fenomeno? E' quanto abbiamo chiesto oggi in Consiglio regionale all'assessore Saitta il quale ha candidamente allargato le braccia in segno di resa. Si è limitato ad invocare norme di carattere nazionale quando, è evidente, che la questione vada soprattutto affrontata a livello regionale. Occorre prima di tutto chiedersi per quale motivo molti manager vogliano fuggire dal Piemonte ed, in seconda battuta, intervenire per garantire stabilità al nostro sistema sanitario regionale.

Davide Bono, Consigliere regionale M5S Piemonte

Vicepresidente Commissione regionale Sanità