Tu sei qui

Trenitalia replica all'accaduto sul Torino-Pesaro del giovane Pensabene

-

Riceviamo e integralmente pubblichiamo

Direzione Centrale Brand Strategy e Comunicazione

Relazioni con i Media Gruppo

Gentile

Alberto Fumi

Direttore LangheRoeroMonferrato.net

 

Torino, 14 giugno 2017

Gentile Direttore,

rispondiamo al lettore che lamenta un atteggiamento poco corretto del personale di bordo in servizio sul Frecciabianca Torino-Pesaro.

Forniamo una ricostruzione dei fatti tralasciando il commento del lettore sui “cacciatori di taglie”, ben consapevoli che l’obiettivo di chi opera tutti i giorni a bordo dei treni è quello di far rispettare le regole a tutti.

Diversamente da quanto riportato, i due ragazzi avevano acquistato i biglietti alla self service scegliendo dal terminale l’opzione scontata “Global Pass”, acquistabile esclusivamente dai possessori di Pass internazionali o Pass nazionali dedicati alla clientela estera.

Al momento della verifica dei biglietti il personale di bordo riscontrava l’assenza dei requisiti per viaggiare utilizzando quel tipo di tariffa e proponeva di regolarizzare i titoli di viaggio pagando la differenza con la maggiorazione prevista dalla Normativa vigente.

I ragazzi hanno deciso in autonomia di scendere ad Alessandria e pagare solo la tratta Torino-Alessandria (un biglietto è stato pagato a bordo treno mentre per l’altro è stato richiesto il verbale che sarà inviato al domicilio).

Nessuna intenzione o dichiarazione di far intervenire la Polfer poiché i viaggiatori, seppur provando a far valere le proprie ragioni prive però di fondamento, hanno dimostrato piena collaborazione.

Un cordiale saluto

Ufficio Stampa Piemonte

Trenitalia

 

Vedi http://langheroeromonferrato.net/rubriche/il-cacciatore-di-taglie-viaggi...

 

Commenta con il tuo account Facebook!