Tu sei qui

Natale festa per riflettere: lettera del sindaco di La Morra ai cittadini

-

Riceviamo e integralmente pubblichiamo la lettera indirizzata agli abitanti di La Morra (Cuneo)

Carissimi,

l'epoca globale in cui ci troviamo impone una riflessione sul Natale, sul senso di questa festa, dell'augurio o del semplice auspicio rivolto a qualcuno che conosciamo bene, che ci sfiora appena, o che ci è lontano.

Siamo soliti augurarci Buon Natale, Buone Feste in automatico, come un riflesso condizionato, a partire dall'8 dicembre fino al 6 gennaio. Ma sappiamo cosa ci stiamo dicendo, a Chi lo stiamo dicendo? Quante volte lo ripetiamo senza pensarci?

Il nostro mondo, ci piaccia o meno, si è ingrandito, moltiplicato, sfaccettato, si è complicato.

Sappiamo in tempo reale cosa succede a migliaia di Km da noi, possiamo comunicare in tempo reale con persone che si trovano a enormi distanze da noi. Ma nonostante la facilità di contatto che la tecnologia ci offre, sembra sempre più difficile entrare realmente in contatto con qualcuno.

Dobbiamo recuperare il senso.

Il mio augurio è che quello che sta per giungere sia un Natale di speranza e rinascita per tutti coloro che vivono nella luce di Gesù; che sia un motivo di speranza per chi sta lottando per qualcosa, per la libertà, contro una malattia, contro la povertà e contro la solitudine.

E a quanti festeggeranno nel calore della famiglia e dei propri amici, a quanti apriranno regali e ne doneranno a propria volta: desidero ricordare quale risorsa preziosissima in questo mondo interconnesso 24 ore al giorno, sia il tempo.

Il tempo di fermarci a pensare a quello che stiamo facendo o dicendo, il tempo da donare a chi ci sta vicino, ma anche il tempo da donare a chi è lontano.

Il tempo di comprendere che non c'è regalo più importante di chi offre il proprio tempo agli altri.

Buon Natale,

Marialuisa Ascheri

Sindaco di La Morra (Cuneo)

 

Commenta con il tuo account Facebook!