Tu sei qui

Il Pedigree, un documento ancora sconosciuto... CANI A 360°

-

Rispondiamo alla domanda di un nostro lettore:

“Salve ho appena preso un pastore tedesco originale ma è senza pedigree lei ed i genitori. Volevo chiedere se era possibile richiederlo. Grazie anticipatamente”.

Purtroppo non è possibile richiederlo! E senza Pedigree, per la legge, un cane non può essere considerato di razza, ma semplicemente un cane che assomiglia a quella razza.

Sarebbe stato diverso se i genitori avessero avuto il pedigree (in quel caso tramite il test del DNA su genitori e cucciolo era possibile poi richiederlo) o se lo standard di quella razza fosse ancora aperta, ovvero non si è ancora raggiunto la perfezione da un punto di vista morfologico e caratteriale (nel caso del Pastore Tedesco so per certo che è chiuso, a differenza ad esempio del Beagle).

Ma per essere più chiari e comprensibili, riporto l’articolo che tempo indietro avevo scritto proprio su questo argomento:

“Il Pedigree è un documento che riporta la genealogia (insomma l’albero genealogico) del cane di razza (non per i meticci!) che lo possiede; è rilasciato dall’ENCI (Ente Nazionale Cinofilia Italiana) e consiste nell’iscrizione al Libro Genealogico dei cani di razza (che in Italia è stato costituito, appunto, dall’ENCI)".

Insomma il Pedigree garantisce l’appartenenza del cane ad una determinata razza!

Su questo documento troveremo riportati: i dati identificativi di un cane, la razza di appartenenza, la sua genealogia, i dati anagrafici del proprietario e dell’allevatore e i dati dei genitori, nonni, bisnonni e trisnonni del cane. E questo può essere utile sia per conoscere le attitudini del cane (per sapere se i parenti sono stati campioni di gare da bellezza o lavoro), ma anche per selezionare cani sani esenti da patologie di tipo ereditario.

I cani con il Pedigree non devono essere considerati dei cani speciali o di “serie A”, ma dei cani di razza pura; mentre tutti quelli che il Pedigree non lo hanno, non posso essere considerati cani di razza, anche se per noi lo sono! Quindi comprare un cucciolo con il Pedigree dovrebbe essere una grande garanzia per l’acquirente sulla sua selezione!

Ma quindi è normale che un cucciolo con il Pedigree costi di più di uno senza?

Certo, perché vuol dire che chi ha allevato quel cucciolo ha fatto un grande lavoro di selezione, cercando di fare gli accoppiamenti giusti. Diffidate però da chi vi vuole vendere un cane con il Pedigree, ma che vi propone un costo maggiore se lo volete e un costo minore se non lo volete.

Se quel cane ha il Pedigree, l’allevatore è obbligato a consegnarvelo insieme al cane; non può tenerselo lui o chiedervi altri soldi (anche perché richiedere il Pedigree di un cucciolo appena nato costa 23 euro!!), in tal caso vi conviene contattare subito le forze dell’ordine o l’ENCI!

E’ giusto sapere, anche, che esistono 4 tipologie di Pedigree:

Quello di colore marrone: che viene rilasciato ai cani appartenenti a razze di cui il Registro è ormai chiuso, perché si è raggiunto lo standard di quella razza. Infatti lo possono richiedere solo cani nati da genitori con Pedigree;

Quello di colore verde: che viene rilasciato ai cani appartenenti a razze di cui il Registro è ancora aperto, perché di recente creazione e poiché non si è ancora raggiunto lo standard di razza. Possono richiederlo anche cani che non sono nati da genitori con Pedigree, previo valutazione di un giudice esperto dell’aspetto fisico e caratteriale dell’esemplare;

Quello di colore rosso: che è riservato ai riproduttori selezionati;

Quello di colore azzurro: che è riservato alle razze di origine italiana (come il Bolognese, il Cirneco dell’Etna, il Piccolo Levriero Italiano, ecc.)

Come fa, quindi, un cucciolo ad avere il Pedigree?

In primis deve nascere da 2 genitori appartenenti alla medesima razza e in possesso ti tale documento; dopo di che l’allevatore o comunque il proprietario del cane femmina deve, entro 25 giorni dalla nascita, denunciare la cucciolata all’ENCI, presso la delegazione di zona e compilando un modulo che si chiama “MODELLO A – denuncia di monta e di cucciolata”. Questo è il primo passo! Entro i 90 giorni dalla nascita deve, poi, compilare un altro modulo che si chiama “MODELLO B”, in cui dovrà inserire il numero del microchip di ogni piccolo esemplare ed eventualmente i dati del nuovo proprietario, se l’animale è già stato destinato alla nuova famiglia. Tutta questa documentazione ha un costo che si aggira sui 60€ circa; quindi diffidate da chi offre cuccioli senza Pedigree ad un prezzo e con ad un prezzo molto più elevato, perché il costo delle pratiche per ottenerlo, in tutta Italia, è quello riportato sopra!

Ma se l’allevatore (se in questi casi così lo si può chiamare) non ha registrato i cagnolini, che si fa? Se è stato fatto almeno il MODELLO A e il cane ha meno di tre mesi, siamo ancora in tempo per fare il MODELLO B sempre però con l’aiuto del proprietario della madre (senza lui non si può fare niente!). Se invece non è stato fatto neanche il MODELLO A, ma siamo sicuri che entrambi i genitori-cani sono in possesso del suddetto documento, possiamo fare (a spese nostre!) il test del DNA a madre, padre e cucciolo, il tutto ad un costo di circa 80€ a cane. I risultati andranno mandati all’ENCI, che dopo una verifica potrà rilasciare il nuovo Pedigree.

Se invece i genitori sono di razza ma non possiedono tutti e due il Pedigree, il cucciolo può ottenerlo solo se lo standard della sua razza non è ancora stato chiuso dal Club Ufficiale, ovvero non si è ancora raggiunta, negli esemplari presenti sul territorio, la “perfezione” sia da un punto di vista morfologico che caratteriale, partecipando a un’esposizione in cui verrà giudicato da un Esperto, che se lo considera idoneo, potrà ottenere il Pedigree.

Valentina Fontanone

Valentina Fontanone è un Addestratore Cinofilo ENCI e un Operatore di Pet-Therapy qualificato, che ormai da parecchi anni si occupa di Cinofilia.

Dal 2010 è legale Rappresentante di “Il Cane come Terapia” e Vice Presidente dell’Ass. “A dog for Therapy”, gestendo un Centro Cinofilo di educazione e addestramento di cani di tutte le razze ed età a Roddi (CN) in loc. Ravinali.

Chiunque volesse avere consigli o risolvere eventuali dubbi può scriverci all’indirizzo langheroeromonferrato@gmail.com. Ogni domanda verrà pubblicata nella rubrica “Cani a 360°” con la risposta dell’esperto.

Foto principale tratta da www.cani.it

 

Commenta con il tuo account Facebook!