Tu sei qui

Furto di Natale di defibrillatore in luogo pubblico? Un vantaggio per nessuno, un danno per tutti

-

Riceviamo e integralmente pubblichiamo

Leggiamo del furto di un defibrillatore posto in un luogo pubblico.Un danno per tutti, un vantaggio per nessuno: forse i ladri non sanno che non lo potranno mai utilizzare. Perché delle due l’una: non viene posto in condizione di essere usato, e allora si è trattato di un furto inutile, che oltretutto e soprattutto può mettere a rischio la vita di chiunque, ladri compresi. Oppure viene sistemato in modo da poter essere usato.

Ma usarlo significa automaticamente autodenunciarsi, sia per i ladri che per chi lo ha fatto ricettazione. Infatti ogni scarica del defibrillatore viene registrata dal 118, che viene chiamato necessariamente sempre, prima ancora dell’inizio della manovre di rianimazione cardio-polmonare, e da questo la registrazione viene inviata in Regione insieme a tutti i dati relativi al defibrillatore.

La Regione Piemonte infatti, come tutte le altre Regioni e le Province Autonome, deve disporre e dispone di tutte le informazioni relative “all’acquisizione, registrazione e utilizzo dei defibrillatori semiautomatici esterni sul territorio”, in ottemperanza alle leggi dello Stato.

Inutile dire che risalire da questi dati a un defibrillatore rubato è quasi istantaneo. Un furto quindi che è, oltre che un reato, una stupidaggine. Ma chissà che non venga ritrovato abbandonato in qualche luogo ben visibile!

Dott. Mario Alfani

Asti

Commenta con il tuo account Facebook!