Salute & Ambiente

Ripopolamento dei fagiani nell'astigiano: quest’anno si terrà conto della siccità

Scritto da La redazione Lunedì, 22 Lug 2019 - 0 Commenti

L’introduzione degli animali avverrà per il Nord nelle date di 24 e 26 luglio mentre per il Sud avverra il 29, sempre con l'ausilio dei cacciatori dei comuni della Provincia supportati dalle nuove AVV (guardie volontarie venatorie)”

L’ATC (Ambito Territoriale Caccia) astigiano segnala l’imminente lancio dei fagiani, all’interno del piano di ripopolamento, sul territorio della Provincia di Asti.

L’operazione sarà svolta tenendo conto di un problema ormai ricorrente durante l’estate: quello della siccità.

“Il fagiano è un galliforme, per vivere ha bisogno di molta acqua”. Lo chiarisce Piero Oddone, cacciatore ed esperto cinofilo: i suoi cani hanno ricevuto riconoscimenti a livello nazionale ed internazionali.

Per questo motivo l'ufficio caccia della Provincia di Asti e l'ATC Asti porteranno avanti il protocollo d’intesa fortemente voluto dall’ex consigliere alla caccia Fabio Carosso, ora vice presidente della Regione Piemonte, e dal presidente dell' ATC Antonello Murgia. All’interno del progetto di ripopolamento, svolto con l’ausilio delle Guardie Provinciali e dei tecnici faunistici, i fagiani saranno lanciati in località prestabilite dove sono presenti corsi d’acqua permanenti. In questo modo gli animali potranno diffondersi in maniera corretta sul territorio provinciale prima dell’apertura della caccia.

La scelta di introdurre selvaggina verificando le aree vocate, soprattutto non a ridosso dall'apertura della caccia, trova d’accordo anche la parte animalista.

Spiega il dottor Guido Giovara, rappresentante della Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli): “Sicuramente, in questo modo, la percentuale di moria degli animali si abbassa. Chiaramente noi siamo e rimarremo contro ogni tipo di caccia”.

“L’introduzione degli animali avverrà per il Nord nelle date di 24 e 26 luglio mentre per il Sud avverra il 29, sempre con l'ausilio dei cacciatori dei comuni della Provincia supportati dalle nuove AVV (guardie volontarie venatorie)” comunica il vice presidente dell'ATC Giuseppe Capra. Località e date in cui verranno lanciati i fagiani sono disponibili sui siti web degli ambiti di caccia Nord e Sud Astigiano e sul sito della Provincia di Asti. Possono essere inoltre richiesti alle varie associazioni venatorie presenti nel territorio.