Territorio & Eventi

Pubblico numeroso al convegno del Polo Uni - Astiss sulla "tutela della salute dei bambini e degli adolescenti"

Scritto da La redazione Martedì, 15 Mag 2018 - 0 Commenti

Il convegno, introdotto e moderato dall’Assessora comunale Mariangela Cotto, ha inteso esplorare il tema della salute dei bambini e degli adolescenti secondo la prospettiva del diritto alla partecipazione.

Il Polo Universitario Uni-Astiss Rita Levi-Montalcini ha ospitato il convegno dal titolo “Il diritto alla salute dei bambini a scuola e nei contesti sanitari: pratiche di partecipazione” organizzato dal Laboratorio Salute Infanzia Adolescenza (Lab-SIA) del CEIMS e dal Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali (DIGSPES) dell’Università del Piemonte Orientale in Alessandria, in collaborazione con Uni ASTISS, il Comune di Asti, l’ASL di Asti e l’Ufficio Scolastico Territoriale Asti-Alessandria.

Il convegno, introdotto e moderato dall’Assessora comunale Mariangela Cotto, ha inteso esplorare il tema della salute dei bambini e degli adolescenti secondo la prospettiva del diritto alla partecipazione.

Tale diritto riconosce l’esistenza di importanti competenze riguardanti la salute e la malattia che i bambini stessi utilizzano nei contesti scolastici e nelle relazioni terapeutiche.

L’insieme delle istituzioni coinvolte nella riflessione sul tema ha inaugurato quello che, secondo le parole dell’assessora Cotto, dovrebbe essere l’auspicabile inizio di una serie di collaborazioni nel territorio sul diritto “partecipato” alla salute dei bambini, tema su cui si sono espressi i diversi relatori, portando ciascuno il punto di vista della propria esperienza professionale.

Dopo i saluti del Direttore Generale dell’ASL di Asti, dottoressa Ida Grossi, del Direttore del Dipartimento Materno Infantile dell’Ospedale Cardinal Massaia di Asti, dottor Maggiorino Barbero  e del consigliere di amministrazione UniASTISS, prof. Piercarlo Molinaris, il Garante per l’infanzia e l’adolescenza, dottoressa Saveria Ciprotti, ha esposto i punti centrali della normativa nazionale e internazionale sui diritti dei minori, trattando in particolare il diritto alla salute, e ha illustrato il ruolo del Garante specificamente nella tutela della salute infantile.

L’intervento del prof. Franco Calcagno, dirigente scolastico e già direttore dell’Ufficio Scolastico Territoriale Alessandria - Asti, ha trattato il concetto di benessere dei bambini nella scuola, portando l’attenzione sull’importanza della scuola in ospedale, attiva da molti anni nel contesto piemontese.

Le attività scolastiche in ambito ospedaliero e domiciliare per bambini in terapia hanno rappresentato un elemento riconosciuto e valorizzato anche dagli altri relatori provenienti dalle realtà ospedaliere, rappresentate dalla dottoressa Paola Gianino, Primario di Pediatria dell’Ospedale Cardinal Massaia di Asti, che ha presentato una relazione incentrata, tra l’altro, sull’organizzazzione e sul ruolo della pediatria pubblica in Italia e sulle disomogenee possibilità di accesso ai servizi pediatrici nelle diverse zone del nostro Paese, e dalla dottoressa Valentina Putzu, assistente sociale presso il C.A.S. dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, che ha illustrato il ruolo del servizio sociale ospedaliero come garante della continuità delle cure tra i servizi per la salute e la scuola.

In chiusura di giornata, le autrici del volume “Con gli occhi dei bambini. Come l’infanzia affronta la malattia” (il Mulino, 2017), professoresse Anna Rosa Favretto, Stefania Fucci e Francesca Zaltron, docenti presso il DIGSPES e rispettivamente responsabile e membri del Lab-SIA, hanno presentato i risultato della loro ultima ricerca nella quale hanno affrontato il tema del diritto alla salute dei bambini in relazione alle competenze sulla salute e sulla malattia possedute già nell’infanzia e alla possibilità della partecipazione attiva dei bambini e delle bambine alle relazioni terapeutiche in ambito pediatrico.

  • Adsense slot ID 9166920842">