Cronaca

Prunetto, rubava energia con un magnete applicato al contatore: scoperto dai Carabinieri e denunciato

Scritto da La redazione Sabato, 3 Nov 2018 - 0 Commenti

Titolare di un’attività commerciale nel paese di residenza, aveva attirato l’attenzione dei militari dell’Arma per i costi nettamente inferiori dei suoi prodotti. L’ entità dei consumi fraudolenti quantificabili supera i 25 mila euro. 

Controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Alba finalizzati al contrasto al fenomeno dei reati contro il patrimonio 

Sono stati denunciati per furto in abitazione e simulazione di reato due cittadini italiani residenti nel torinese colti dalla pattuglia dei carabinieri subito dopo aver commesso un furto in un’abitazione nei pressi della Stazione ferroviaria si Alba (Cuneo).

I due sono fuggiti dopo essere stati sorpresi dai proprietari di casa che hanno subito chiamato il 112. La pattuglia dei carabinieri ha intercettato i due italiani che sono stati fermati e portati in caserma.

Quest’ultimi sono stati deferiti per furto e simulazione di reato in quanto, sentiti dai militari, per giustificare la fuga avevano falsamente dichiarato di essere stati vittima di una rapina ad opera di tre cittadini extracomunitari;

I militari della Stazione di Cortemilia e Monesiglio, Alta Langa, insieme ad operatori dell’Enel, hanno denunciato per furto aggravato e continuato un cittadino argentino residente in Prunetto (Cuneo).

Quest’ultimo, titolare di un’attività commerciale nel paese di residenza, aveva attirato l’attenzione dei militari dell’Arma per i costi nettamente inferiori dei suoi prodotti. In effetti al controllo del contatore elettrico i militari e gli operatori dell’Enel hanno trovato un magnete installato che bloccava il conteggio dell’energia consumata.

L’ entità dei consumi fraudolenti quantificabili supera i 25 mila euro. 
 


  • Adsense slot ID 9166920842">